Tempo di lettura: 3 minuti

Casalmaggiore, Cremona. Una giornata di festa alla ASD Atletica Interflumina e più Pomì domenica 2 dicembre, a festeggiare il sodalizio sportivo ci saranno illustri partecipazioni, il Prof. Cesare Beltrami atleta e dirigente sportivo, Oney  Tapia campione paralimpico, e il prof. Guido Sgherzi tecnico di Oney Tapia.

Lo sport si coniuga con la filosofia dell’associazione sportiva Interflumina che sin dall’inizio della sua attività sul territorio promuove lo sviluppo del volontariato nello sport come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo per il conseguimento di quelle finalità di carattere sociale proprie di chi vuole operare per il bene comune. Ponendo lo sport e l’atletica come mezzo di aggregazione giovanile, per assicurare ai giovani atleti una formazione educativa complementare alla formazione sportiva. Attività sostenuta da Cassa Padana.

Dal 1985 il “Campo Scuola di Atletica Leggera” del Centro Sportivo Comunale Baslenga rappresenta  il più importante e vissuto luogo di incontro sportivo Educativo-Giovanile dell’intero Comprensorio Oglio Po. Ospita un fitto programma nelle discipline di atletica leggera, della corsa orientamento e degli sport paralimpici. Inoltre organizza manifestazioni, gare, convegni, corsi di formazione ed ogni altra attività che contribuisca allo sviluppo ed alla diffusione dell’atletica.

Da allora il “Campo Scuola di Atletica Leggera” di Casalmaggiore, rappresenta il più importante e vissuto luogo di incontro sportivo Educativo-Giovanile dell’intero Comprensorio Oglio Po. Soprattutto Manifestazioni di Atletica Leggera per le Scuole, i “vecchi” Giochi della Gioventù oggi chiamati “Giochi Sportivi Studenteschi”, ma anche importanti Manifestazioni FIDAL a livello Provinciale, Regionale, Interregionale, Nazionale ed Internazionale.

La giornata è anche l’occasione per conoscere un uomo di profonda fede nelle vita: Oney Tapia, che presenta il suo libro “più forte del buio”. Atleta e ballerino, ha partecipato e vinto Ballando con le stelle.

– La vita è davvero imprevedibile. – scrive Oney nel libro – Quando ti sembra di avere tutto, di punto in bianco il destino bussa alla porta. E succede che nel giro di un attimo la tua vita cambia così all’improvviso da scuoterti nel profondo. È quello che è accaduto a Oney Tapia nel 2011: mentre lavorava come tree climber alla potatura di un albero, un ramo gli è caduto sugli occhi facendogli perdere per sempre la vista.-

All’improvviso il buio ha avvolto il suo mondo, costringendolo a fare i conti con la cecità, una condizione nuova e drammatica. Lui, che è sempre stato un uomo d’azione, atletico e instancabile, è dovuto scendere a patti con una realtà durissima e all’inizio totalmente sconosciuta. Senza vedere, fare le cose di tutti i giorni, anche quelle semplici e banali, diventa la più grande delle sfide.

Ma Oney è un guerriero nato e cresciuto a Cuba, e non rimane con le mani in mano. Si butta nello sport per tirare fuori l’energia e la voglia di fare. E così ha ritrovato la gioia di essere vivo, oltre a capire la straordinaria opportunità che questo incidente, “una benedizione”, come ama definirlo lui, gli ha dato: la possibilità di conoscersi meglio, di capire le sue potenzialità, di trovare un nuovo equilibrio interiore e persino di vincere l’argento per il lancio del disco alle Paralimpiadi del 2016.

Perché, come dice Oney Tapia, “nella vita tutto è possibile e i limiti che incontriamo li mettiamo noi per primi”. Una testimonianza emozionante per conoscere un uomo dalle mille risorse e profondamente legato alla sua terra d’origine, e per imparare a non arrendersi mai, perché ogni ostacolo è un’opportunità per scoprire chi siamo veramente.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *