Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara – Conferenze accessibili a tutti. Anche alle persone non udenti. In collaborazione con l’Ente nazionale sordomuti e la lingua dei segni. E’ questo il progetto che l’associazione Internazionale a Ferrara ha sperimentato per la prima volta nel corso della settima edizione dell’appuntamento voluto dal prestigioso settimanale lo scorso ottobre.

Un progetto di interpretariato Lis sostenuto dalla filiale Cassa Padana di Ferrara e che che ha permesso ai non udenti di seguire alcune delle principali conferenze. La
traduzione è avvenuta, per questa edizione, dall’italiano. Gli incontri sono stati proposti anche in streaming e saranno registrati, garantendo la possibilità  anche a persone non presenti al festival di usufruire del servizio LIS in  diretta e successivamente online.

Con questa iniziativa,  Festival Internazionale si avvia a diventare la manifestazione culturale più accessibile e sostenibile d’Italia. In collaborazione con il Comune, infatti, l’associazione IF, che si occupa della concreta organizzazione in città dell’evento, ha lavorato a un progressivo abbattimento di tutte le barriere architettoniche nelle location del festival. Un obiettivo realizzato
anche in stretta collaborazione con la Consulta diversamente abili cittadina.

Il festival più accessibile d’Italia sta crescendo anno dopo anno. Nel 2012 le presenze sono state 66mila segnando una netta crescita rispetto alle precedenti annate. Come già nella
precedente edizione, anche quest’anno si assisterà alla costruzione dal vivo di un numero di “Internazionale”, con la presenza di giornalisti, scrittori e redattori che settimanalmente collaborano con la rivista. Alle numerose conferenze di alcuni tra i più prestigiosi intellettuali italiani e stranieri, verranno affiancati eventi culturali e ricreativi. Tutte le iniziative, a ingresso gratuito, si svolgeranno nel centro storico di Ferrara.

CONDIVIDI
Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *