Nel bene e nel male l’affare dell’affitto temporaneo di una propria casa o di un monolocale oppure di una sola stanza è diventato interessante anche per chi non lo aveva mai considerato prima. Sia dal lato della domanda che da quello dell’offerta.

Se fino a qualche anno fa le proposte erano contenute, oggi stiamo parlando di milioni e milioni di appartamenti in affitto temporaneo e per vacanze brevi o lunghe fra i quali, spesso, non è facile districarsi e scegliere.

E’ nato per offrire aiuto proprio in questa scelta Bluepillow un servizio web che solo a Milano dà accesso a 850 strutture alberghiere e 4 mila alloggi privati, raccogliendoli e organizzandoli in un unico sito.

Un motore di ricerca pensato per viaggiatori moderni che vogliono vivere un’esperienza di viaggio autentica e tagliata su misura” si definisce questa start up nata in Lombardia e oggi diventata un potente aggregatore di soluzioni abitative temporanee che fa risparmiare tempo e soldi incrociando le ricerche e permettendo di confrontare in tempo reale le diverse possibilità.

Un po’ come fanno Skyscanner o eDreams per quanto riguarda i viaggi aerei.

Bluepillow oggi propone oltre 8 milioni di appartamenti, case vacanze e hotel nel mondo. Il servizio è completamente gratuito perché sono i partner (fra cui i giganti dell’affitto temporaneo: Airbnb, Home Away, Booking) che a loro volta possono applicare commissioni per la prenotazione.