Tempo di lettura: 2 minuti

Non se lo era certo aspettato di fare un viaggio nel passato di 5 secoli.

E neppure pensava che le origini della sua famiglia, tedesca da parte di padre, affondassero nella terra inquieta del Cinquecento. Invece, anche grazie ai nonni che durante gli anni di Hitler furono costretti a dimostrare che non c’erano ebrei in famiglia da almeno tre generazioni, e grazie a lontanissimi parenti scoperti in ogni angolo del mondo, Monika è riuscita a costruire il suo albero genealogico fino al 1523.

Ad aiutarla è stato MyHeritage una piattaforma genealogica online con sedi in Israele, Utah e California, nata nel 2003 per aggiornare il vecchio hobby del ricostruire alberi genealogici e che ha oggi online 3 miliardi di profili e circa 96 milioni di utenti ai quali parla in 42 lingue.

Con il sistema tradizionale del ricercare tra archivi e documenti MyHeritage è riuscito a ricostruire online oltre 41 milioni di alberi genealogici.

Costruire il proprio albero genealogico come ha fatto Monika è gratuito. Se invece vogliamo arrivare ad almeno 2500 antenati ci costa 60 euro all’anno e circa 134 se chiediamo che la ricerca venga effettuata sugli attuali 9 miliardi di documenti (ogni anno MyHeritage ne aggiunge 1 miliardo di nuovi).

E per chi non si accontenta dal novembre del 2016 c’è anche il servizio MyHeritage Dna che permette di combinare alla ricerca documentaria le più recenti scoperte della genetica. Il servizio è piaciuto: solo nel del 2017 MyHeritage ha venduto un milione di kit per il Dna incassando 58 milioni di dollari. 

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *