Tempo di lettura: 2 minuti

Negli Stati Uniti non è una novità. Già da qualche anno milioni di donne che sognano un abito da sera da regine e non se lo possono permettere, per una cena, una festa o un evento mondano, se lo noleggiano il loro abito di lusso.

Un sito e un’avventura come quella di Girl Meets Dress distribuisce oggi in 30 paesi offrendo una selezione di 4mila abiti e 230 brand con un successo che cresce anno dopo anno.

Sul mercato italiano ci stanno provando due signore genovesi, Federica Storace e Valeria Cambrea, che quattro anni fa hanno fondato Drexcode.com, la «prima boutique di lusso sul web per il noleggio di abiti direttamente dalle ultime passerelle».

Basta un clic e si apre l’armadio virtuale, si guarda fra le numerose proposte, si sceglie e l’abito dei sogni arriva direttamente a casa. Assieme all’abito, si possono scegliere anche gli accessori.

Davvero non c’è che l’imbarazzo della scelta fra 26 brand fra cui Alberta Ferretti, Blumarine, Moschino, Vionnet, Rochas, 1.200 capi attualmente a noleggio per una community di 220.000 donne.

La start up, come spesso succede, è nata da una necessità tutta personale. Federica Storace, infatti, stava cercando un abito da cerimonia, non voleva spendere un patrimonio, ma come tutte le donne desiderava un bell’abito.

La ricerca non ha dato frutti per quella cerimonia, ma ha regalato l’idea di Drexcode. Nel 2017 la web boutique è sbarcata anche nel mondo reale e ha aperto – in partnership con la Rinascente di piazza Duomo a Milano – un corner dedicato alle clienti che ancora amano l’offline.  – 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *