Il bando Intraprendo è dedicato a sostenere l’avvio di impresa in Lombardia. Può essere utilizzato dalle micro e piccole medie imprese attive da non più di 2 anni, dagli aspiranti imprenditori e dai liberi professionisti.

La Regione ha ad esempio finanziato con Intraprendo l’apertura di una gelateria, una vineria, un pastificio, una farmacia, l’avvio di una società specializzata nel settore marketing, una boutique. Non ci sono limitazioni di settore.

La misura consente di ottenere un contributo a fronte delle spese, ancora da sostenere, per investimenti funzionali allo startup di impresa quali: il personale; l’acquisto di beni strumentali materiali (nuovi o usati o in noleggio); l’acquisto di beni immateriali; le licenze software; l’affitto dei locali; i servizi di consulenza e le spese generali.

Il contributo della Regione può variare da un minimo di 25 mila euro fino ad un massimo di 65 mila euro, e si compone di una quota a fondo perduto (pari al 10%) e di una quota di finanziamento agevolato a tasso zero (fino al 90%). L’agevolazione copre fino al 60% della spesa complessiva ammissibile, la percentuale è elevata al 65% per progetti ad elevata innovatività e contenuto tecnologico sul modello 4.0, e per progetti presentati da giovani e da soggetti usciti dal mondo del lavoro. Il bando è sempre aperto, è quindi sempre possibile presentare domanda di agevolazione.