Dal prossimo 15 settembre le startup lombarde potranno richiedere un incentivo per l’avvio della propria attività grazie al Bando Intraprendo.

Ad essere interessate non solo le micro e piccole medie imprese, ma anche gli aspiranti imprenditori, nonché i liberi professionisti e aspiranti tali.

Il bando consentirà di finanziare le spese, ancora da sostenere, per investimenti funzionali all’avvio delle attività imprenditoriali quali: personale; acquisto di beni strumentali materiali nuovi o usati o noleggio; acquisto di beni immateriali; licenze software; affitto dei locali; servizi di consulenza o servizi equivalenti; spese generali.

L’intervento finanziario può variare da un minimo di 25 mila euro e fino ad un massimo di 65 mila euro e si compone di una quota di contributo a fondo perduto (10%) e di una quota di finanziamento agevolato a tasso zero (90%).

L’agevolazione sarà concessa sino ad un massimo del 60% della spesa complessiva ammissibile, fino al 65% per progetti ad elevata innovatività e contenuto tecnologico, e per progetti presentati da giovani e da soggetti usciti dal mondo del lavoro.

La dotazione finanziaria disponibile per la prima finestra del bando è pari a 15 milioni di euro.