Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia) – Sabato 16 giugno dalle ore 21.00, si apriranno le danze con lo spettacolo di danza classica e contemporanea diretto alla prof.ssa Antonella Settura al Teatro Politeama di Manerbio. Gli allievi del Centro Danza diretto dalla Settura replicheranno lo spettacolo domenica 17 giugno dalle ore 21.15 presso Villa Badia di Leno, bellissima villa ottocentesca della Bassa Bresciana.

Una rappresentazione con un repertorio molto vario, quello della Settura, sempre attenta a soddisfare il suo pubblico: dopo la recente partecipazione lo scorso Dicembre 2017 allo spettacolo “Tina” tenutosi al Teatro Sociale di Brescia, in onore della scomparsa della sua insegnante Tina Belletti e l’entrata di un suo allievo, Marco Biella, alla Bolshoi Ballet Accademy, eccola di nuovo cimentarsi in due nuove rappresentazioni.
I suoi amatissimi allievi, che l’insegnamento russo lo sperimentano in ogni lezione grazie alla presenza di un’assistente diplomata a San Pietroburgo, presenteranno un programma di danze ricco ed interessante per soddisfare tutti gli “appetiti” artistici.

Antonella ci racconta che “quest’anno mi sono ispirata particolarmente alla Spagna dalla versione sulle punte del Don Chisciotte a quella flamenca della Carmen di Bizet, in una versione strumentale del tutto nuova. Il gruppo delle piccole danzerà la Danza dei fiocchi di neve dallo Schiaccianoci di Tchaikovsky e ci sarà anche una breve parodia dall’opera buffa del balletto La fille mal gardée di Hérold. Si passa poi all’Oriente con una danza di ispirazione Persiana con un Sultano circondato dalle sue prescelte.
La parte moderna prenderà vita sulle note della colonna sonora del film Requiem for a Dream in una coreografia che amo particolarmente ed infine un tributo a Lady Gaga. Al Musical ho affidato il famoso brano Money da Cabaret.
Non ho trascurato gli amanti dell’operetta con tre graziosi quadri tratti dal Paese dei Campanelli.”

Molto altri impegni attendono la Settura, che in veste di Direttore Artistico, darà vita ad una rassegna con concorso ideata dalla stessa in cui differenti forme d’arte verranno portate sul palcoscenico del Teatro Pio XI di Bagnolo Mella (BS) dal mese di settembre 2018.

CONDIVIDI
Marco Sacchi
Bresciano di origine e residenza, frequenta l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Piacenza dove si specializza in Economia aziendale. Dal 2011 in forza presso la Fondazione Dominato Leonense di Leno, dove promuove la storia del Monastero benedettino “Ad Leones” e attività di promozione del territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *