Cosa è successo ad Anna Frank? Perché il suo Diario è così importante? E cosa trasmettono i suoi messaggi ai giovani di oggi?

Soragna (Parma) – Alla base della mostra che verrà esposta pressi i locali della Sinagoga e Museo Ebraico Fausto Levi ci sono tutte queste attualissime domande.

Si tratta di una mostra itinerante, ideata dall’associazione livornese Un ponte per Anne Frank, realizzata grazie al contributo dall’UCEI con il patrocinio del Ministero per i Beni e le attività culturali e del Turismo. Una mostra che ha viaggiato per l’Italia e per la prima volta arriva in provincia per presentare a tutti, giovani e meno giovani, la vicenda di una giovane ebrea olandese vittima simbolo della barbarie nazista.

Il percorso espositivo invita i visitatori nella storia di Anne Frank, attraverso le parole stesse di questa giovane ragazza che mediante un diario scritto in un nascondiglio è riuscita a dare voce ai suoi sentimenti, alla paura della guerra, condividendo profondi messaggi di fratellanza, tolleranza e amore per la vita.

La mostra approfondisce numerosi fatti della storia della famiglia Frank, dall’entrata nel nascondiglio sino alla deportazione, stimolando il visitatore ad affrontare l’impatto che questa vicenda ha ancora oggi nelle coscienze del singolo e nel mondo attuale.

Persone di ogni età e gruppi scolastici possono visitare la mostra, leggere le varie informazioni, citazioni estratte da Il Diario di Anne Frank, guardare le fotografie, soffermarsi davanti a una riproduzione dell’Alloggio Segreto, sfogliare varie copie de Il Diario di Anne Frank e vari libri sul tema della Shoah, guardare un breve filmato sulla vita di Anne Frank e sulle vicende della Seconda Guerra Mondiale, toccare del materiale da scavo appartenente al 1944 e ritrovato tra Bologna e Firenze nel 2015.