Tempo di lettura: 1 minuto

Gli incentivi fiscali previsti dall’ iperammortamento continueranno nel 2019, ma sono previste alcune novità.

Ricordiamo che l’agevolazione consente di maggiorare il costo di acquisizione di beni materiali strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in ottica 4.0. Sempre che tali beni siano interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di Fornitura.

Per l’anno prossimo è prevista l’introduzione di una formula a scaglioni per l’applicazione dell’iperammortamento sulla base del volume di investimenti effettuati, con l’obiettivo di favorire le piccole e medie imprese.

Il testo ad oggi inserito nella bozza della Legge di Bilancio per il 2019 (e attualmente in discussione al Senato) prevede l’applicazione di 3 differenti soglie per l’acquisizione di beni 4.0:

  • 270% per investimenti fino a 2,5 mln euro;
  • 200% per investimenti da 2,5 a 10 mln euro;
  • 150% per investimenti da 10 a 20 mln euro.

La maggiorazione del costo non si applicherà sulla parte di investimenti complessivi eccedente il limite di 20 milioni di euro.

La proroga sarà valida per tutto il 2019, con la possibilità di consegna dei beni nel 2020 (previo il versamento di un acconto del 20% nel 2019).

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *