L’iperammortamento è un incentivo di fiscalità generale e pertanto è in generale prevista la cumulabilità con altri incentivi, salvo che le norme disciplinanti le altre misure agevolative non prevedano un espresso divieto di cumulo con misure generali (si veda la circolare 4/E del 30 marzo 2017 dell’Agenzia delle Entrate).

Come già chiarito dal Ministero dello Sviluppo Economico le imprese possono usufruire dell’iperammortamento anche in cumulo con la Legge Sabatini, il Credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo, il Patent Box, l’ACE, gli incentivi agli investimenti in startup e PMI innovative e il Fondo Centrale di Garanzia.

Recentemente il GSE ha confermato con proprio parere la possibilità di cumulare gli aiuti previsti dal Conto Termico con quelli previsti da super e iperammortamento, in quanto equiparabili ad una “detassazione del reddito d’impresa”.

Evidenziamo inoltre che gli incentivi fiscali sono generalmente cumulabili con le agevolazioni previste a livello regionale (ad esempio con il Bando Al Via di Regione Lombardia), rendendo ancora più vantaggiosi i nuovi investimenti da parte delle imprese.