Mentre il Governo Renzi sblocca 2,2 miliardi di euro di fondi nazionali per la realizzazione della banda larga nelle aree dove oggi non arriva (il 50% del Paese) e mentre non sono poche le critiche (segnaliamo l’opinione di Alessandro Longo su Wired), l’Audiweb ci fa sapere che lo scorso giugno sono stati 29 milioni gli italiani che si sono collegati a internet almeno una volta da pc e dispositivi mobili, pari al 52,6% della popolazione dai 2 anni in su, online per un totale di 44 ore e 50 minuti.

Accedono al web da smartphone e tablet in 17,3 milioni, mentre la fruizione di internet da pc registra 12,3 milioni di utenti. È la fotografia scattata dall’ultimo rapporto mensile di Audiweb.

In base ai dati socio-demografici, risultano online il 41% degli uomini (11 milioni di utenti dai 2 anni in su) e il 38% delle donne (10,6 milioni) e si conferma la diffusione della fruizione quotidiana di internet da parte dei segmenti più giovani della popolazione, soprattutto tramite dispositivi mobili.

L’accesso a internet nel giorno medio via «mobile» raggiunge circa il 59% dei 18-24enni (2,5 milioni di utenti, -6,4% rispetto a maggio 2015) e il 60% dei 25-34enni (4,2 milioni, -1%).

Nella classifica delle categorie più visitate nel mese, a giugno si confermano al top i siti e le applicazioni di ricerca (91,6% degli utenti online), i portali generalisti (90,6%), i social network (87,1%).

Per quanto riguarda le categorie di siti e applicazioni di intrattenimento e informazione, i siti delle categorie «Videos-Movies» (80,3%) e «Current Event e Global News» (68,9%). In crescita i siti di ecommerce (71,3%) e relativi alla consultazione di mappe e informazioni di viaggio (60,3%).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome