Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – I boschi di faggio, abete e cerro dipingono l’Appennino tosco-emiliano che in autunno si colora come una tavolozza dalle mille sfumature, dal giallo acceso al rosso porpora, dal verde scuro all’arancione.

In questo mondo multicolore è la stagione delle escursioni. L’ambiente ideale per passeggiare tra foreste ricche di biodiversità e per stupirsi davanti allo spettacolo creato dagli alberi attraversati dai sentieri, in un luogo proclamato Riserva UNESCO Man and Biosphere, per aver conservato un perfetto equilibrio tra uomo e natura.

Alcuni degli itinerari più affascinanti partono da Parma, dove gli alberghi INC Hotels Group, che riservano sconti per gli escursionisti, sono posizionati in luoghi strategici per godere del foliage autunnale.

Foliage in Appennino @Luca Gilli -Archivio-Parchi-del-Ducato
Foliage in Appennino @Luca Gilli -Archivio-Parchi-del-Ducato

Uno dei luoghi più suggestivi è il Lago Santo Parmense.

Da Parma si seguono le indicazioni per Langhirano e poi per Corniglio ed infine quelle per Lagdei (1250 m) fino alla località Cancelli dove c’è un ampio parcheggio e dove inizia la strada sterrata per Lagdei imboccando il sentiero 723B, che sale nella soprastante faggeta in cui ci sono le piazzole utilizzate fino alla metà del xx secolo dai carbonai per produrre carbone vegetale.

Si prosegue nel bosco fino ai piedi della cresta del Monte Sterpara, per poi seguire le indicazioni per il Lago Santo a 1520 metri di altitudine.

Una volta raggiunto, dopo circa 45 minuti di cammino, si può continuare a camminare lungo la sponda settentrionale del Lago per seguire l’andamento della morena glaciale. Ora è ricoperta dai faggi, ma rimane una delle più significative tracce dell’ antico passato glaciale dell’ Appennino Parmense.

Lo specchio d’acqua è il più grande bacino naturale dell’ Appennino settentrionale e uno dei più profondi: supera infatti i 22 metri. A pochi minuti dalla morena del Lago Santo, si può raggiungere l’antico Rifugio Mariotti, rifugio del Club Alpino Italiano di Parma eretto nel 1882.

Autunno in Appennino, @Carla Soffritti
Autunno in Appennino, @Carla Soffritti

Da qui si snoda il sentiero 723 per la sella e la cima del Monte Marmagna (1852 m) da cui si può ammirare il golfo di La Spezia e il crinale parmense che divide l’Emilia dalla Toscana.

Con INC Hotels Group, soggiornando al Best Western Plus Hotel Farnese di Parma e all’Holiday Inn Express Parma, durante la stagione del foliage  c’è uno sconto del 10% sul pernottamento. È inclusa la colazione a km 0, con angolo bio, e il servizio di packet lunch sport o energy. Prezzi a partire da 55 euro per persona al Best Western Plus Hotel Farnese, da 45 euro all’Holiday Inn Express.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *