Rovigo – Si terrà fino al 31 luglio la terza edizione di “Jazz Nights at Casalini’s Garden”, rassegna nata dalla collaborazione tra RovigoBanca e il Conservatorio Statale di Musica “Francesco Venezze, dedicata alla memoria di Marco Tamburini, l’indimenticato trombettista prematuramente scomparso nel 2015.

La manifestazione vedrà la partecipazione di musicisti di fama nazionale ed internazionale, così come alcune giovani promesse, tra le quali gli studenti del dipartimento Jazz del Conservatorio. Il programma prevede quattro appuntamenti, tre dei quali con due diverse formazioni in cartellone.

Il primo appuntamento di sabato 9 luglio vedrà il trio del pianista Marcello Tonolo con Marco Privato al contrabbasso e Jimmy Weinstein alla batteria, ospitare la famosa cantante americana Rachel Gould. Nella seconda parte della serata, la Big Band del Conservatorio Venezze, diretta da Massimo Morganti, ospiterà la cantante romana Ada Montellanico.

Domenica 17 luglio invece, sempre nell’ambito della rassegna, si terrà una serata davvero speciale, ovvero la finale del “Premio Marco Tamburini”. Il concorso, fortemente voluto da RovigoBanca per onorare la memoria del trombettista romagnolo, vedrà la partecipazione dei solisti che hanno superato le selezioni, accompagnati da Stefano Onorati al pianoforte, Stefano Senni al contrabbasso e Stefano Paolini alla batteria. Presidente della giuria sarà Fabrizio Bosso che interverrà durante la serata per suonare alcune composizioni di Tamburini.

Jazz nights prosegue venerdì 22 luglio con il gruppo “Jazz4friends” che vedrà alcune tra le nuove promesse del jazz italiano: Nazzareno Brischetto alla tromba, Humberto Amesquita al trombone, Enrico Smiderle alla batteria, affiancati da uno storico contrabbassista italiano, Marco Micheli. Nella seconda parte del concerto avremo l’occasione di ascoltare una delle più belle voci italiane di jazz e non solo. Barbara Casini presenterà “Revendo Amigos”, rivedendo gli amici, i musicisti con i quali ha collaborato per molti anni in varie situazioni ovvero Stefano Onorati al pianoforte, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Walter Paoli alla batteria. I quattro si riuniranno proprio in occasione di questo Festival.

Domenica 31 luglio, ultimo appuntamento della rassegna, sarà un doppio concerto che vedrà nella prima parte Alessandro Scala Groovology Trio con la straordinaria partecipazione di Flavio Boltro alla tromba, il quale terrà per gli studenti del Conservatorio Venezze anche un seminario nel pomeriggio. Alessandro Scala al sax, Leonardo Corradi all’organo e Stefano Paolini alla batteria.

Nel secondo set della serata ci sarà il momento più prestigioso di tutto il Festival: John Abercrombie Quartet. Il famoso chitarrista americano sarà affiancato da un super gruppo che vede al pianoforte Marc Copland, Drew Gress al contrabbasso e il fantastico Joey Baron alla batteria per una serata che si preannuncia memorabile