Piacenza. Un dopo-Natale tra musica e una tombola al Milestone Piacenza Jazz Club sabato 26 dicembre Santo Stefano in jazz come da tradizione. Il Piacenza Jazz Club organizza nella sua sede di via Emilia Parmense 27 una serata da trascorrere in compagnia, giocando insieme a tombola, guardando un filmato inedito e ascoltando una divertente Jam Session. La serata inizierà alle ore 21.15 con ingresso libero (tessera Piacenza Jazz Club o Anspi), ma già dalle 20.30 sarà possibile accedere alla sala. Alle ore 21:00 inizierà la prima delle tre tombole previste. Per ognuna di esse verrà messa in palio una coppa piacentina e vari altri premi minori. Il costo di una cartella sarà di € 3,00, mentre due cartelle costeranno € 5,00 e quattro cartelle € 9,00.

L’intero ricavato sarà destinato al sostegno dei progetti del medico piacentino Francesca Lipeti, che attualmente opera a Bisil, al confine tra il Kenya e la Tanzania, in una situazione davvero difficoltosa e piena di rischi. A lei e al suo operato va tutto il sostegno morale ed economico, nella speranza che anche molti altri seguano l’esempio, aiutando una bella realtà in divenire,come quella operata da Francesca.Visita_medica1

Dopo le tombole, il Piacenza Jazz Club propone la visione di “Movie-Jazz”, un interessante ed inedito filmato della durata di cinquanta minuti, creato da Vittorio Fusco. “Movie-Jazz” è un filmato ideato e creato per rendere un omaggio e un ringraziamento al Milestone e a tutto lo staff del Piacenza Jazz Club per tutte le bellissime serate passate insieme grazie ai tanti concerti d’autore proposti dall’inizio della sua attività.

Si tratta di un lavoro che ripercorre sinteticamente la storia di questa affascinante musica nel corso della cinematografia internazionale. Tra gli innumerevoli film che hanno trattato tale argomento è stata fatta una selezione delle sequenze più significative per analizzare, anche in senso cronologico, gli aspetti più importanti del rapporto tra queste due magnifiche arti.

Partendo dal primo film sonoro dedicato proprio al Jazz, si vedranno le varie tappe che hanno fatto nascere e crescere questo genere musicale attraverso la narrazione non solo delle biografie dei più grandi musicisti, ma valutando anche le scelte che ogni singolo regista ha preso nell’uso delle colonne sonore, sia per sostenere le sceneggiature sia per dare una precisa connotazione al proprio lavoro. Lo scopo principale del filmato è di riuscire a cogliere e quindi a trasmettere allo spettatore il legame emozionale e artistico tra le note di un sax o di una tromba e l’immagine che vi si associa, nel desiderio non di far riconoscere i singoli film, ma di far scattare quel meccanismo di identificazione con la trama o con gli attori che è alla base della passione e dell’amore per il cinema.Jam_1

Verso la mezzanotte avrà inizio la consueta Jam Session di Natale (o di S. Stefano), gestita da Gianni Azzali, che vedrà sul palco, oltre al saxofonista presidente del Club, alcuni docenti e allievi della Milestone School of Music e diversi amici musicisti in un’atmosfera giocosa e divertente. Si affronteranno gli standard della tradizione jazzistica, tante volte suonati alle jam session e sui palchi di tutto il mondo ma, com’è caratteristica peculiare della musica jazz, mai allo stesso modo. Ogni volta, ogni sera, ogni artista, fornisce la sua personale versione dello standard (il cosiddetto “evergreen”), grazie alla personale rilettura del tema e all’improvvisazione.

Insomma una serata a cui non mancare per nessuna ragione!

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.