Tempo di lettura: 2 minuti

Erbusco, Brescia. Si avvicina l’appuntamento internazionale con il Jeroboam Bike Festival che il 22 e 23 settembre si svolgerà in Franciacorta, è un appuntamento ciclistico dedicato al gravel. Una delle novità più interessanti di questi ultimi anni sono sicuramente le gravel bike, biciclette con un’impronta da corsa pensate però per affrontare strade bianche, sentieri e sterrati, luoghi finora resi accessibili soltanto dalle mtb.

In programma due proposte gravel e una su strada, i rider più forti d’Europa si metteranno alla prova sulla Jeroboam 300. In programma anche musica, degustazioni e una ricca area expo. Ciclisti da tutta Europa e oltre avranno la possibilità di scoprire il magnifico territorio tra Franciacorta, Iseo e Lago di Garda pedalando su strade bianche, strade secondarie e sentieri.

Jeroboam Bike Festival è l’appuntamento europeo dedicato al gravel: nel week end di settembre, a Erbusco, nel cuore della Franciacorta, si daranno appuntamento tutti coloro che hanno scelto di pedalare inseguendo il mood di eventi internazionali, preferendo le strade bianche all’asfalto, il fango alla polvere.

Tre le proposte: la Jeroboam 300, una avventure gravel in autonomia, la Magnum 150, su strada, e la Standard 75, più la Demi 37.5 per chi volesse andare alla scoperta delle cantine.

Il Festival comincerà sabato mattina proprio con la partenza della Jeroboam 300 Challenge, che prevede l’arrivo dei partecipanti il giorno dopo, la domenica. La ride Jeroboam 300 sarà una gravel selettiva, impegnativa e tecnica, un autentico riferimento internazionale per gli atleti più esigenti. Trecento chilometri e 6000 metri di dislivello attraverso le parti più selvagge delle Prealpi Lombarde, fino a lambire il Lago di Garda. I rider dovranno essere autonomi, anche nel corso della notte: saranno comunque presenti sul percorso due “punti vita”, prima e dopo la parte più tecnica e isolata.

La Jeroboam 300 è stata costruita come un piccolo viaggio, come una esperienza, fisica e mentale, ma anche come occasione per scoprire e vivere un territorio magnifico, lontano dalle strade più conosciute.

Per coloro che desiderano vivere l’esperienza Jeroboam, ma non sono pronti per la sfida dei 300 km, ci saranno anche proposte meno impegnative, come la Magnum 150 km Road Challenge, per chi vuole restare sull’asfalto, percorrendo le più belle b-road della zona, e la Gravel Standard 75 per chi cerca un percorso gravel più corto, ma non meno suggestivo.

La Jeroboam notturna di 300 km sarà un’impresa ardua anche per i corridori d’élite, ma sabato sarà una giornata di relax per le famiglie. Il Village Jeroboam a Erbusco, da cui partiranno tutte le ride, proporrà musica live, dj set, piatti gourmet e degustazioni di “bollicine”. E per chi volesse unire sapori e pedalate, la Demi 37,5 è la scelta più giusta, anche per chi non è allenato.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *