Reduce dalla pesante sconfitta nel turno precedente in casa della Superflavor Urania Milano (parziale di 29 ad 8 negli ultimi 10’ ndr), la Juvi Ferraroni Cremona ospita domenica 31 marzo alle ore 18 al PalaRadi la Pallacanestro Crema per la 12ª giornata di ritorno del campionato nazionale di serie B Old Wild West.

Anche Crema arriva a questo appuntamento dopo la sconfitta casalinga di settimana scorsa contro la Gordon Olginate e che ora vede la compagine cremasca solitaria al terz’ultimo posto in classifica con 16 punti, 14 in meno rispetto alla compagine cremonese. Quindi sarà un derby infuocato tra due formazioni con due obiettivi distinti; i primi in caso di vittoria con ogni probabilità staccheranno il pass per i playoff; mentre i secondi cercheranno di migliorare la propria posizione in classifica in vista degli imminenti playout avendo solo 2 punti di vantaggio sui romagnoli di Lugo.

Dopo 26 giornate Crema ha un bilancio stagionale di 8 vittorie e 18 sconfitte; ma attenzione la compagine di coach Garelli rende di più lontano dalla palestra Cremonesi dove nel match di andata si impose la formazione di coach Brotto per 84 a 67 e sinora hanno vinto in 6 occasioni e perso in 11, mentre gli amaranto oro hanno vinto 11 volte in casa e perso solamente in 2 circostanze rispettivamente con Urania Milano e l’ex capolista Tigers Forlì Cesena.

Ex di turno il playmaker juvino Elvis Vacchelli che ha militato nella compagine cremasca nella stagione 2010-2011. Per quanto riguarda i numeri Crema segna una media di 72.2 punti contro i 72.7 dei cremonesi; mentre a livello difensivo i cremonesi sono davanti ai cremaschi (69.5 punti contro 79). Durante la regular season Crema ha cambiato pelle, dopo aver iniziato con l’ex Vanoli Cremona Paolo Lepore la dirigenza cremasca che nel frattempo ha cambiato presidenza passando da Simone Donarini a Luca Piacentini ha affidato la panchina ai “leoni” a Luigi Garelli ex allenatore tra gli altri di Vigevano e nel contempo ha cambiato quasi tutto il roster.

Nel corso del mercato “di riparazione” sono giunti a Crema la guardia Lorenzo Brighi ex Faenza, il playmaker Francesco Forti figlio d’arte (suo padre Andrea ha militato per tante stagioni a Livorno in serie A che gli fa da procuratore) che ha iniziato la stagione corrente in B a Cecina, ed i lunghi Paolo Rotondo ex Chieti B ed il giovane Manuel Di Meco classe 1997 ex Domodossola B che hanno preso il posto dei partenti Sorrentino ritiratosi durante il girone di andata a causa di un grave infortunio, Biordi accasatosi a Porto Sant’Elpidio B, Pedrazzani all’Amatori Pescara ed infine Nicoletti in C Gold all’Opera Club.

Infine per quanto riguarda le formazioni, coach Brotto con ogni probabilità dovrà rinunciare come già accaduto lo scorso weekend a Milano a Valenti infortunato; mentre dall’altra parte coach Garelli dovrà valutare le condizioni fisiche di Legnini out contro Olginate e degli acciaccati Montanari e Brighi usciti anzitempo dal match interno contro la formazione lecchese.

PALARADI (CREMONA ORE 18)
JUVI FERRARONI CREMONA: 6 Bona, 7 Manini, 8 Ndiaye, 11 Belloni, 12 Vacchelli, 16 Veronesi, 20 Cusinato, 23 Esposito, 24 Sipala, 34 Perotti, 47 Speronello, 71 Contini. All.: Brotto.
CREMA: 0 Norcino, 4 Forti, 6 Toniato, 8 Enihe, 9 Gianninoni, 10 Di Meco, 13 Legnini, 21 Benzi, 24 Brighi, 32 Montanari, 35 Bissi, 40 Rotondo. All.: Garelli.
ARBITRI: Luca Attard di Priolo Gargallo (SR) e Marco Attard di Firenze.