Tempo di lettura: 3 minuti

Cremona – Si interrompe dopo 5 vittorie la serie di successi casalinghi della Juvi Ferraroni Cremona che davanti al pubblico amico del PalaRadi è costretta a cedere alla corazzata Superflavor Urania Milano con il punteggio finale di 68 a 79.

Per questa gara coach Brotto è costretto a rinunciare agli infortunati Bona e Perotti e schiera lo starting five composto da Ndiaye, Belloni, Veronesi, Esposito e Valenti; mentre dall’altra parte coach Locati risponde con Simoncelli, Piunti, il rientrante Scanzi, Eliantonio e Toffali.

La gara nonostante un inizio da brividi (0 a 0 dopo 2’) vede il primo vantaggio ospite firmato da Piunti, poi la Ferraroni grazie ad una schiacciata di Valenti si invola sul 7 a 2 al 3’, costringendo coach Locati al time out riparatore. Al rientro in campo il pallino è sempre nelle mani degli amaranto oro e Belloni sigla l’11 a 2 poi Simoncelli e Paleari riportano sotto gli ospiti costringendo coach Brotto al time out al 6’ sul punteggio di 11 a 6.

Al rientro in campo continua il buon momento dei milanesi e grazie a 2 triple di Negri la Superflavor allunga sull’11 a 16 con i cremonesi che sbagliano anche le conclusioni più facili, poi nel finale un gioco da 3 punti di Ndiaye riporta i locali a -2, ma sul ribaltamento di fronte Santolamazza con una tripla chiude i primi 10’ sul risultato di 14 a 19.

Nel 2° periodo è ancora Piunti che spinge gli ospiti sul +7, poi reazione d’orgoglio della Ferraroni e Ndiaye al 13’ pareggia i conti a quota 24, costringendo coach Locati al time out. La gara è piacevole e le due squadre procedono punto a punto, poi Valenti spinge la Ferraroni sul 36 a 31 ma la Superflavor non si scompone e poco dopo Negri e Paleari riportano i milanesi a -1 sul punteggio di 36 a 35 al 17’, costringendo coach Brotto al time out.

Al rientro in campo Paleari realizza il tiro libero aggiuntivo e pareggia i conti a quota 36; il finale è punto a punto con le squadre che si alternano al comando e nei secondi una magia da 3 punti di Manini manda le 2 squadre all’intervallo sul risultato di 45 a 43. Al rientro dagli spogliatoi si procede punto a punto sino al 55 pari, poi nel finale Paleari e Santolamazza spingono la Superflavor avanti di 7 lunghezze sul risultato di 55 a 62 al 30’.

Nell’ultima frazione gli arbitri sanzionano la panchina cremonese con un fallo tecnico e Simoncelli dalla lunetta spinge gli ospiti sul 59 a 68 al 33’, poi grazie ai canestri di Esposito e Valenti la Ferraroni si riporta a -5 sul 63 a 68 al 34’, costringendo coach Locati al time out. Al rientro in campo gli ospiti piazzano l’allungo decisivo anche complice qualche fischiata dubbia e nel finale toccano il massimo vantaggio sul 65 a 77 con 2 tiri liberi di Santolamazza che mette la parola fine al match.

JUVI FERRARONI CREMONA-SUPERFLAVOR URANIA MILANO 68-79
PARZIALI: 14-19, 45-43, 55-62

JUVI FERRARONI CREMONA: Bazzani n.e., Manini 6, Ndiaye 11, Belloni 15, Vacchelli 6, Esposito 10, Sipala, Speronello 5, Contini, Valenti 10. All.: Brotto.
Uscito per 5 falli: Esposito 39’ (65-75), fallo tecnico alla panchina 33’ (59-67).
SUPERFLAVOR URANIA MILANO: Simoncelli 5, Piunti 18, Riva, Santolamazza 10, Albique n.e., Paleari 14, Scanzi 10, Eliantonio 9, Toffali, Negri 13, Sedazzari n.e. All.: Locati.
Nessuno uscito per 5 falli.

ARBITRI: D’Orazio di Vittorio Veneto (TV) e Secchieri di Venezia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *