Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Ha fatto tappo in città mercoledì 8 maggio, ma la “discesa” di corsa lungo le sponde del fiume Po continua nei prossimi giorni sino a Pila, al Delta, di corsa come nelle precedenti edizioni di Keep Clean and Run+.

Il “rifiutologo” e divulgatore ambientale Roberto Cavallo, accompagnato lungo il percorso dal triatleta Roberto Menicucci, sta affrontando  le sette tappe iniziate il 4 maggio dal  “Re di Pietra”, il Monviso, ovvero dalla sorgente del Po, per concludersi una settimana dopo a Pila, nel Delta del Po. Gli eco-atleti stanno percorrendo le sponde del più importante fiume italiano attraversando Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Il messaggio che Keep Clean and Run+ vuole lanciare è sempre forte e chiaro: il littering, che uccide i nostri mari, va contrastato nei suoi luoghi d’origine, ovvero nell’entroterra. E tutti possono fare due semplici gesti per combatterlo: evitare di abbandonare i propri rifiuti e chinarsi per raccogliere quanto sta già inquinando l’ambiente. Dopo aver anticipato l’ormai diffuso fenomeno che abbina corsa e rimozione del littering-recentemente ribattezzato plogging oggi KCR+ punta ad allargare la platea degli sportivi che abbinano l’attività fisica a quella di rimozione degli abbandoni in natura.

Particolare attenzione è data al coinvolgimento della popolazione, con eventi sia nel Comune di partenza che in quello di arrivo, nonché nei Comuni attraversati: scuole, famiglie e Associazioni culturali e sportive del territorio verranno invitate a partecipare a momenti di sensibilizzazione, animazione e pulizia del territorio, mentre i testimonial descriveranno il senso dell’iniziativa e forniranno i dati legati ai rifiuti raccolti durante il percorso. Ogni Tappa prevedere inoltre un tema specifico, legato all’approfondimento di particolari filiere di rifiuto, e la presenza di testimonial locali per aumentare la portata dell’evento.

  • Per estendere il focus della plastiche nel mare agli inquinanti nei fiumi;
  • Per allargare il target di accompagnatori,
  • Per raccogliere dati scientifici sul fenomeno dell’inquinamento nei fiumi grazie all’attività di un team di ricercatori
  • Per trasmettere messaggi coerenti nella quotidianità:
    • Non abbandonare i rifiuti
    • Fai sport e movimento
    • Usa una forma di mobilità e turismo sostenibile

Il percorso si articolerà nelle regioni attraversate dal fiume Po, quindi dal Piemonte al Veneto con il seguente calendario:

Giorno Tappa di Partenza Tappa di Arrivo
Sabato 4 maggio 2019 Crissolo (CN) Carignano (TO)
Domenica 5 maggio 2019 Carignano (TO) Casale Monferrato (AL)
Lunedì 6 maggio 2019 Casale Monferrato (AL) Pavia
Martedì 7 maggio 2019 Pavia Cremona
Mercoledì 8 maggio 2019 Cremona Mantova
Giovedì 9 maggio 2019 Mantova Ferrara
Venerdì 10 maggio 2019 Ferrara Pila (RO)
CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *