Brescia. Ai nastri di partenza della 1000 Miglia giovedì 22 ottobre ci saranno 400 vetture per la trentottesima edizione, dalla tradizionale rampa di Viale Venezia, partirà la prima delle auto storiche che si sfideranno nell’edizione 2020 della gara più bella del mondo, che quest’anno omaggia la sua città natale integrando nel logo l’effige della Vittoria Alata.

Mille Miglia a Brescia

Una gara di regolarità unica per importanza e fascino e, allo stesso tempo, un viaggio fisico ed emozionale attraverso il nostro Paese, in un mix senza uguali di libertà, passione e solidarietà.

Si tratta di un’edizione decisamente speciale, a partire dalla collocazione nel calendario di questa inedita versione autunnale, con una marcia in più: la sicurezza con l’applicazione rafforzata di procedure e tecnologia per la tutela sanitaria di tutte le persone che lavorano, partecipano e assistono alla 1000 Miglia lungo tutto il suo percorso.

Il desiderio dei partecipanti e organizzatori è che la 1000 Miglia 2020 rappresenti un sostegno per l’Italia e una spinta alla ripartenza. La gara storica può essere un potente attivatore di una nuova rinascita di luoghi e comunità attraverso tutta la lunghezza del suo percorso. Gli italiani meritano di tornare a godere della bellezza del Paese e di valorizzare così un luogo unico e irripetibile.Giovedì 22 ottobre, da Brescia, il corteo di auto storiche attraverserà i suggestivi comuni del Lago di Garda, Desenzano e Sirmione, e passerà via via da Villafranca di Verona,  Mantova, Ferrara e Ravenna per concludere la prima giornata di gara a Cervia – Milano Marittima. Poi verso sud, verso Roma dove il giro di boa riporterà i partecipanti di nuovo verso Brescia. La giornata conclusiva di domenica 25 vedrà i passaggi da Salsomaggiore Terme (PR), Castell’Arquato (PC), Lodi, Pandino, Treviglio e Bergamo, prima di raggiungere la pedana di arrivo di Viale Venezia a Brescia, dove tutto ebbe inizio 93 anni fa, con la prima Coppa delle 1000 Miglia.

Tra gli appuntamenti che precederanno la partenza della 1000 Miglia 2020, mercoledì 21 è anche in programma la seconda edizione del Green Talk, il convegno dedicato alla sostenibilità e all’auto elettrica, la nuova frontiera del settore automobilistico, organizzato in collaborazione con Fondazione Symbola.

Le peculiarità di questa edizione 2020, anche per compiere un vero e proprio viaggio attraverso l’Italia della 1000 Miglia. Un racconto inedito della scoperta della bellezza dell’Italia, del suo fascino e della sua cultura, attraverso i luoghi della 1000 Miglia è stato offerto dal direttore creativo e fotografo Simone Bramante, alias Brahmino, che ha compiuto un vero e proprio tour – quello appunto dell’Italia della 1000 Miglia – toccando alcune località collegate alla corsa, per realizzare un reportage in immagini, video e testimonianze che verranno pubblicate prossimamente sui canali social di 1000 Miglia, della piattaforma What Italy Is e su quelli del regista.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.