Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Ci sono importanti novità nel mondo delle due ruote che “pedalano” verso una mobilità sostenibile e una presa di coscienza che la qualità dell’aria delle nostre città e della nostra salute sono sempre più a rischio.

La FIAB di Brescia, con il Patrocinio del Comune e della Provincia, propongono un incontro, giovedì 8 febbraio, ore 18, presso la Chiesa di San Giorgio, vicolo San Giorgio, per capire che impatto avranno due importanti novità:

Il Parlamento ha approvato, proprio nell’ultima settimana della Legislatura, una legge a lungo richiesta dalle associazioni e dagli esperti che si occupano di mobilità: La “Legge quadro della mobilità ciclistica”. In Europa non esiste dispositivo di questo tipo; se è vero che diversi paesi europei sono più avanzati dell’Italia in termini di realizzazione concrete, ora noi possiamo vantare un impianto legislativo organico e completo.

Viene finalmente riconosciuta alla bicicletta pari dignità con gli altri mezzi di trasporto, chiunque governi dovrà tenere in conto le biciclette nelle politiche dei trasporti nazionali. La rete di percorsi cicloturistici “Bicitalia” è individuata come risorsa importante per lo sviluppo dei territori. Ce ne parlerà la Presidente Nazionale della FIAB Giulietta Pagliaccio, che ha seguito con passione tutti i passi che hanno infine portato all’approvazione.

Parallelamente a questo avvenimento di carattere nazionale, è venuta a maturazione a Brescia il provvedimento cardine che definisce che sviluppo avranno i trasporti in città e cioè il “PUMS, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile”. Vengono definiti gli scenari a breve, medio e lungo periodo, con le ipotesi e le scelte relative al trasporto pubblico, quali tranvie e Metropolitana, al trasporto privato e agli spostamenti in bicicletta. Dato che la nostra vita di tutti i giorni, la salute e la vivibilità di Brescia dipenderanno da questo piano, è stato invitato per spiegarlo l’Assessore alle Politiche della Mobilità del Comune di Brescia, Federico Manzoni.

Per commentare queste novità sarà interessante sentire cosa pensa il Rettore dell’Università di Brescia, Maurizio Tira, in questo caso in qualità di Ordinario di TecnicaUrbanistica ed anche di appassionato dei temi della ciclabilità. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare a questa occasione di conoscenza e approfondimento.