Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Una mattinata piacevole conclusa con un rinfresco presso il Museo del lino. Come prevedibile per gli addetti ai lavori la giornata era cominciata presto per prepararsi ad accogliere i partecipanti, che in buon numero, 60, hanno raccolto l’invito dell’AVIS e il maltempo, limitatosi poi ad alcune gocce di pioggia, non ha guastato la giornata.

Camminata Pescarolo 2017Così puntuali, come da programma, alle nove il gruppo si muoveva dall’Oratorio, aperto da Mariani Claudio e Caprini Franco che facevano da battistrada, seguiva quella che è ormai diventata l’ammiraglia dell’Avis, guidata da Anselmi Angelo, assistito da Sacco Mario, così attraversato il paese, percorrendo le vie Rossi e Matteotti, al Borgo Di Fuori si imboccava la vecchia comunale e attraversata la SP 33 il gruppo si immergeva nella campagna e costeggiando alcuni allevamenti avicoli e la bellissima cascina Gambina con i silos in pietra a vista, si arrivava all’Oratorio campestre della Madonna della Senigola, accolti da Mariotti Stefana che poi in chiesa relazionava sulla storia della Senigola, partendo giustamente con il ricordare i due personaggi purtroppo scomparsi, Sergio Calda e Gianni Arisi.

Furono loro con la loro grande passione per le ricerche sulla storia del territorio a ricordare a tutti dell’esistenza di questo importante pezzo di storia, coinvolgendo poi un gruppo di volontari con l’obiettivo di salvare l’Oratorio o almeno quello che era rimasto, considerato che negli anni di abbandono la chiesa era stata spogliata dei tanti ex voto, di alcune statue e dell’organo, testimonianze della devozione che il territorio aveva verso quella chiesa.

Nacque il Comitato Pro Senigola del quale facevano parte rappresentanti di associazioni e delle proprietà, la chiesa e il comune. Poi seguirono le feste che consentirono di avere a disposizione i mezzi per i primi interventi, con il rifacimento del tetto, oltre a ricostruire la storia del complesso. Un interessante resoconto chiuso da un caloroso applauso. Poi il gruppo si è rimesso in movimento, avendo come meta il “museo del lino”.

Camminata Pescarolo 2017Nel ritorno il percorso si è allungato nella zona dei Bosc, passando accanto all’edicola votiva della Madonna del latte, una costruzione voluta dopo l’assalto al castello ma della quale si sa molto poco e pensiamo che qualcosa si potrebbe trovare in qualche archivio. Risalendo magari anche al nome delle persone che la vollero costruire per grazia ricevuta e che, si dice, emigrarono poi in America.

Così percorrendo la SP 3 e via Mazzini si arrivava al Museo del lino, dove era ancora, questa volta in qualità di Presidente, Stefana Mariotti a parlare sul Museo ricordandone i fondatori e parlando anche della nota riguardante il contenzioso con il comune che porterà alla chiusura del Museo – ha affermato chiaramente – (da parte nostra aggiungiamo l’auspicio che non si arrivi a tanto, considerato tutto quello che si è fatto, anche con soldi pubblici e con il volontariato, per avere oggi un importante punto di riferimento da aggiungere ai nostri piccoli tesori). Poi Stefana si è resa disponibile per chi voleva saperne di più ad illustrare il materiale esposto nelle varie sale. La mattinata si è poi conclusa con il rinfresco nel salone del “rattoppo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *