Tempo di lettura: 2 minuti

Pescarolo ed Uniti (CR) – In tema di impegni riguardanti le celebrazioni della ricorrenza del 4 novembre, avevamo evidenziato la fattiva collaborazione tra Comune e ANCR, come da relativi comunicati delle due parti.

Dopo avere approfondito e informato i cittadini sull’importante occasione di vivere momenti particolari legati al viaggio a Roma, siamo entrati nei particolari del comunicato emesso dalla sezione “A.N.C.R.S. Ten. R .Ruggeri “ parlando della celebrazione dell’importante momento nel nostro territorio. Dopo la consegna presso la scuola primaria locale, all’inizio dell’anno scolastico, del tricolore che ha sventolato poi sull’apposito pennone, ora come si era programmato si pone attenzione sulla cerimonia che avverrà nella mattinata del 4 novembre presso la scuola dell’Infanzia a Pieve Terzagni, dove l’Associazione, dopo l’ accordo con gli insegnanti e il Sindaco, posizionerà l’apposito pennone dove verrà appeso il tricolore. L’appuntamento è fissato per le ore 9,15.

Dopo la breve cerimonia i partecipanti si sposteranno presso le ex scuole elementari per la posa della corona alla nicchia dei Caduti. Successivamente il trasferimento a Pescarolo per il ritrovo alle 10,30 presso il monumento di via Roma con gli alunni della scuola primaria, autorità civili e militari, oltre alla presenza del sig. Gino, nipote della Medaglia d’oro, unitamente ai labari delle varie Associazioni e al gonfalone del Comune. La cerimonia avrà inizio con l’alza bandiera e gli onori con il canto degli Italiani. Seguirà poi la benedizione delle due corone, una delle quali destinata a Roma e portata al sacello del Milite Ignoto da parte dei rappresentanti dell’ANCR e del Comune.

Importante iniziativa per ricordare e onorare la Medaglia d’oro alla quale è intitolata la sezione che, una volta benedetta, sarà apposta alla storica bandiera della sezione. Ancora una volta la fattiva e costante collaborazione degli insegnanti della nostra scuola primaria, che si sono resi disponibili a coinvolgere i bambini sul tema “Centenario del Milite Ignoto“, si è concretizzata nella stesura di alcuni pensieri dei quali saranno gli stessi autori a darne lettura. Saranno poi i discorsi delle autorità presenti a chiudere la cerimonia.

In merito al coinvolgimento degli alunni della scuola primaria va detto che gli stessi, collaborando tra di loro in più classi, sono stati poi impegnati nella realizzazione di alcuni lavoretti sempre legati allo stesso tema. Si sta valutando come mostrarli a cittadini e genitori, inserendoli magari in qualche altro contesto, come per esempio in occasione della ricorrenza del Patrono in programma domenica 5 dicembre, ma questa per ora è solamente un’idea.