Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello di Borgo San Giacomo (Brescia) – Nella suggestiva cornice del Castello di Padernello, a partire da giovedì 29 giugno ritorna a suonare, più suadente che mai, “La Cetra di Apollo“, notturni in musica giunti alla sesta edizione. Un omaggio a Verdi, un viaggio in Argentina e una serata di capricci d’opera: anche quest’anno gli eventi non mancheranno di stupire il pubblico per qualità e originalità. Tre splendide serate organizzate da Parma OperArt, Fondazione Castello di Padernello e Cassa Padana Bcc.

Il programma della rassegna.

Giovedì 29 giugno, ore 21.30 – “Il Trovatore” e “Giovanna d’Arco” di Giuseppe Verdi. Un omaggio raffinato al più grande compositore di tutti i tempi attraverso due opere che meglio rappresentano il “fuoco e impeto” verdiano, tra recitazione, musica e canto.

Il recital è di scorrevole ascolto, dal contesto salottiero e con esecuzione garbata ed espressiva. Un percorso accattivante che vede in scena un musicista, una cantante, un’attrice di prosa per dar risonanza alle storie ricche di forza e intrise di affascinanti suggestioni delle opere di Verdi.

  • Angela Gandolfo, soprano;
  • Antonietta Centoducati, attrice;
  • Maestro Roberto Barrali, pianoforte.

Venerdì 7 luglio, ore 21.30Barrali plays Piazzolla in “Tango apasionado”. Grande passione, coinvolgente trasporto, ritmo affascinante e sinuose atmosfere dall’America latina: tutto questo e molto altro ancora nei Tanghi e nelle Milonghe dell’illustre compositore argentino in una particolare serata musicale del Maestro Roberto Barrali al pianoforte.

Interessanti e gustose versioni pianistiche del Maestro Barrali dei più celebri brani di Piazzolla che richiamano alla mente un elegante caffè di Buenos Aires, o di un “barrio” della capitale Argentina, patria del Tango. Astor Piazzolla, detto “El Gato” per la sua agilità e abilità, uno dei protagonisti assoluti del Tango Nuevo con i suoi immortali capolavori.

Tango Apasionado: emozioni forti che si susseguono in evento di piacevole ascolto e di imprevedibili improvvisazioni.

Giovedì 13 luglio, ore 21.30 – “Capricci d’Opera … nei salotti europei“. Davide Burani, uno dei più straordinari talenti come arpista, propone al Castello di Padernello un programma che da va da metà del Settecento, con Georg Friedrich Haendel, alla fine dell’Ottocento, attraverso le melodie di John Thomas con la trascrizione di “Una furtiva lagrima”, Giovanni Caramiello con un divertimento da “Un ballo in maschera” di Verdi, fantasia di Aida e “Casta diva” di Bellini, per passare poi a Mascagni con l’intermezzo da “Cavalleria rusticana”, a Offenbach e altre melodie di suggestivo ascolto.

Ad accompagnare Davide Burani un’altra prestigiosa presenza: il Maestro Noris Borgogelli, uno fra gli artisti più completi e spiccatamente versatili della sua generazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *