Lonato (Brescia) – Quando i cittadini decidono di fare del bene e mettersi al servizio della proprio comunità, perchè amano la propria terra e le persone che vi abitano. Questa è cittadinanza attiva. L’amministrazione comunale ora promuove concretamente la “cittadinanza attiva”, come forma di cooperazione tra pubblico e privato per finalità di interesse pubblico. E lo fa grazie ad una nuova convenzione con l’associazione di volontariato Anteas (Associazione nazionale tutte le età attive per la solidarietà) con sede a Brescia, da anni operativa nel campo della solidarietà civile in vari ambiti (pedibus, assistenza e trasporto anziani, monitoraggio di parchi e aree verdi, ecc.).

I volontari lonatesi saranno quindi coinvolti, in stretto rapporto con gli uffici comunali e la Polizia locale, in diverse possibili mansioni: garantire la sicurezza degli alunni davanti alle scuole (ex nonni vigile) con attività di assistenza e sorveglianza; svolgere servizi ausiliari di supporto durante manifestazioni istituzionali, sportive, sagre e feste; prestare servizi necessari per la tutela del territorio e per la sicurezza della cittadinanza, in collaborazione e secondo le indicazioni dell’amministrazione civica.

I volontari faranno riferimento all’Assessorato alla Sicurezza e alla Polizia locale di Lonato e percepiranno un rimborso spese, erogato dall’associazione Anteas, per l’attività prestata, comprensivo di copertura assicurativa ed eventuali spese sostenute per lo svolgimento del servizio.

«La nuova convenzione con l’associazione Anteas di Brescia – spiega l’assessore alla Sicurezza Roberto Vanaria – ci consente di garantire una maggiore copertura del territorio, soprattutto in occasione di eventi sportivi o altre manifestazioni, un’attività parallela a quella svolta dalla nostra Protezione civile, che per protocollo nazionale può intervenire solo in situazioni di emergenza e in casi ben precisi».

Attualmente sono otto le persone che hanno dato la loro disponibilità e sono pronte a operare nel Lonatese, primi fra tutti i nonni vigile. Anteas è aperta all’incontro con chiunque condivida l’impegno della solidarietà civile e sociale; l’unico requisito richiesto è la maggiore età.

Chi desiderasse diventare un “cittadini attivo” potrà associarsi rivolgendosi alla Polizia locale di Lonato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome