Tempo di lettura: 2 minuti

Il 14 febbraio si avvicina e sarà una giornata che vedrà le attiviste e gli attivisti One Billion Rising danzare nelle piazze, ancora una volta per affermare, sulle note di “Break The Chain”, il proprio NO alla violenza su donne e bambine e l’urgenza di una rivoluzione che scardini mentalità e pratiche basate su abuso, omertà e sopraffazione.

Il giorno di san Valentino diviene il V-Day, nato con l’obiettivo di porre fine alla violenza contro le donne. Partendo dalla tragica statistica secondo cui una donna su tre in tutto il pianeta sarà picchiata e violentata nel corso della propria vita. In questi ultimi anni ha mobilitato milioni di uomini e donne, in più di duecento paesi del mondo, per ballare insieme contro la violenza sulle donne.one billion rising

Un movimento verso una presa di coscienza collettiva nella speranza porti nuovi risultati a fronte di un’emergenza che non può essere rinviata oltre, a livello globale e locale.

Quest’anno la parola d’ordine di One Billion Rising è solidarietà: solidarietà contro lo sfruttamento delle donne, solidarietà contro il razzismo e il sessismo ancora presente in tutto il mondo. Infatti non c’è nulla di più potente della solidarietà globale, perché questa ci fa sentire più al sicuro nell’esprimere quello che pensiamo e ci dà più coraggio nell’intraprendere quello che ci impegniamo a fare. violenza donne

L’obiettivo diventa quindi ottenere l’attenzione, il coinvolgimento e l’impegno delle istituzioni affinché attuino forme di prevenzione e controllo oltre che politiche sociali ed educative per contrastare il fenomeno della violenza in ogni sua declinazione.

Ancora quest’anno, alla sua quinta edizione, il 14 Febbraio diventa una giornata che One Billion Rising e le sue sostenitrici e sostenitori dedicano ad un impegno concreto per raggiungere questo obiettivo e di tutti è fondamentale .. più siamo, meglio è!

Alcune associazioni in diverse città italiane hanno iniziato ad organizzarsi. Puoi unirti a loro o scegliere di partecipare insieme ad un gruppo di persone. 

Ecco le città e paesi nei nostri territori:

Lombardia                                      

Brescia     http://www.onebillionrising.org/events/one-billion-rising-2017-3/https://www.facebook.com/events/209674806170102/

Cremona     http://www.onebillionrising.org/events/one-billion-rising-cremona-2017/; https://www.facebook.com/events/683601421801443/

Lodi (MI)    http://www.onebillionrising.org/events/one-billion-rising-2017-a-lodi/

Milano     https://www.facebook.com/events/1344298762308740

Terno d’Isola (BG)     http://www.onebillionrising.org/events/flash-mob-2017-terno-disola-one-billion-rising/https://www.facebook.com/events/374324382943182/

Veneto

Rovigo     http://www.onebillionrising.org/events/flashmob-rise-the-revolution/https://www.facebook.com/events/383195718691333/

Venezia     https://www.facebook.com/lido.veneziapellestrina/; http://www.onebillionrising.org/events/lido-in-love-2017/

Emilia Romagna

Lagrimone Iccorniglio (PR)     http://www.onebillionrising.org/events/obr-lagrimone-iccorniglio/

Langhirano (PR)     http://www.onebillionrising.org/events/flash-mob-scuola-media-fermi/

Monchio delle Corti (PR)     http://www.onebillionrising.org/events/one-billion-rising-76/

Palanzano (PR)     http://www.onebillionrising.org/events/billion-rising/

Parma     http://www.onebillionrising.org/events/obr-acav-parma-feb-2017/https://www.facebook.com/events/1741335129422337

Reggio Emilia     https://www.facebook.com/events/1543201879041425/

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *