Cigole (Brescia) – Di giorno in giorno crescono le adesioni per partecipare ad un record davvero bizzarro, artistico, affascinante e a scopo benefico. E l’Associazione La Filanda di Cigole, in collaborazione con il Picknitartcafé di Trieste, è tra loro!

La missione è realizzare la coperta all’uncinetto più grossa del mondo e, per farlo, bisognerà superare le gigantesche proporzioni di 400 mq, il record attuale.

Per la realizzazione della mega coperta/opera collettiva è richiesto agli iscritti di realizzare una o più pezze interamente lavorate all’uncinetto (esclusa qualunque altra tecnica). La scelta di colori e punti è totalmente libera: è possibile creare quadrati, righe, zig-zag, mix di punti, sovrapposizioni, forme libere…

Insomma libero sfogo a tutta la vena creativa e fantasia!” – sottolinea Patrizia Cherubini, ex sindaco del paese, oggi membro dell’Associazione di Cigole. “La Filanda rappresenta, ormai da un paio d’anni, un luogo di ritrovo per le donne del paese, un posto dove bersi un caffè in compagnia, per dedicarsi a quei lavori da sempre fanno parte della tradizione femminile, che ci rilassano e che tanto amiamo.

Ad oggi sono circa una ventina le donne e le ragazze che hanno aderito all’impresa triestina, ma di giorno in giorno giungono nuove adesioni! Si tratta di un’impresa unica nel suo genere, a sfondo benefico. Infatti al termine le singole pezze, facenti parte dell’opera collettiva, verranno smontate e successivamente vendute attraverso un’asta pubblica e tutto il ricavato andrà in beneficenza per la ricerca sulla Sclerosi Multipla“.

Chi avrà partecipato alla realizzazione dei manufatti riceverà un invito speciale al montaggio e messa in opera della mega coperta, come una grande installazione scenografica di yarn bombing, l’arte di strada che utilizza elementi decorativi coloratissimi, come appunto le realizzazioni all’uncinetto, come decorazione di spazi urbani. L’appuntamento sarà a Trieste nel mese di Giugno ed il lavoro sarà svolto nell’arco di un’intera giornata: un evento all’insegna del lavoro di gruppo, del divertimento e della condivisione.

E chi meglio delle donne de La Filanda poteva aderire ad un progetto che mette in campo maestria, fantasia, voglia di stare insieme e amore per la tradizione!

Alcune delle donne del nostro gruppo possiedono splendide manualità, una capacità e un’arte che speriamo di poter trasmettere anche alle più giovani con incontri programmati nelle scuole” sottolinea Patrizia Cherubini.

Complice la moda, infatti, ultimamente è molto in uso realizzare gioielli all’uncinetto, utilizzando quindi una declinazione moderna e molto attuale di questo antica lavorazione” – prosegue Cherubini -“ per questo ci piacerebbe coinvolgere in questa associazione anche ragazze e ragazzi giovani“.

Da non trascurare, poi, gli effetti benefici a livello psicologico ormai riconosciuti al ricamo e ai lavori di manualità artistica: “In diversi caffè londinesi si usa lavorare la maglia seduti ai tavolini o mentre si fa conversazione, perchè mentre le nostre mani lavorano, scorrono e filano per creare, la mente si rilassa e  finalmente si libera da ogni preoccupazione“.