Villa Carcina (Brescia) – Sabato 4 luglio e domenica 2 agosto Villa Glisenti ospita due spettacoli teatrali gratuiti: Sposa Madre e Le stagioni dei prati.

ApritiExpoLuglioGli spettacoli, parte de “La fucina di Vulcano”, un progetto proposto dalla Comunità Montana in occasione di Expo, sono prodotti dall’associazione culturale Teatro Terrediconfine e vengono rappresentati negli spazi della mostra “I saperi della Montagna. La collezione Caim” allestita fino ad ottobre presso i locali di Villa Glisenti a Villa Carcina.

Sabato 4 luglio va in scena “Sposa e madre”, tre narrazioni itineranti di storie di miniera e della condizione della donna in Valle Trompia nel Novecento mentre domenica 2 agosto è la volta de “Le stagioni dei prati”, tre narrazioni itineranti del mestiere del malghese, dell’alpeggio, del lavoro nei campi e della cura dei malanni con le piante.

La mostra “I saperi della montagna: la collezione di Costanzo Caim”, che è aperta al pubblico ordinariamente la domenica e i festivi dalle 16 alle 18 con ingresso libero, ospita una vasta collezione di attrezzi da lavoro e domestici raccolti e conservati da Costanzo Caim, detto Tàncio, classe 1925 e originario della frazione Etto di Pezzaze, trasferitosi poi a Villa Carcina. Manufatti databili tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima del Novecento.

Gli oggetti in mostra, disposti ordinatamente e suddivisi per sezioni tematiche, permetteranno di comprendere la vita e il lavoro della gente valtrumplina nel primo Novecento. Completano la mostra alcune immagini storiche e audiovisivi, fra i quali il video “Un picnic storico”, realizzato dagli alunni della classe 2^ D delle scuole medie dell’istituto Comprensivo Olivelli e i dipinti di Giacomo Bergomi.