Soresina (Cremona) – Questa mattina la Gilbertina Soresina ha ufficialmente ceduto il titolo sportivo di serie B maschile alla Pallacanestro Viola Reggio Calabria, e non alla Libertas Livorno 1947 come era stato comunicato in precedenza.

Piazza storica nel panorama cestistico italiano, Reggio Calabria ha dimostrato di volere fortemente tornare nella categoria Nazionale. Un passato nobile, si diceva. Sul parquet reggino ad iniziare dagli anni ’80 hanno sfilato campioni del calibro di Hugo Sconochini, Joe Bryant (padre di Kobe morto nel febbraio 2020 in un incidente aereo negli Stati Uniti d’America), Dan Caldwell, CJ Kupec che successivamente insieme all’altro “stelle e strisce” George Singleton fece grande la Spondilatte Cremona sul finire di quegli anni; Mark Campanaro, Stefano Attruia che ha anche militato in Nazionale maggiore, Roberto Bullara, Michael Young, Donato Avenia ed un certo Manu Ginobili oro ad Atene 2004 contro la nazionale italiana allora allenata da Carlo Recalcati.

Sulla panchina della Viola inoltre si sono succeduti come coach i vari Pippo Faina, Carlo Recalcati, Tonino Zorzi, Santi Puglisi, Lino Lardo, Walter De Raffaele che sta facendo volare la Reyer Venezia e Fabrizio Frates. Una trattativa portata a termine in maniera esemplare dal presidente Davide Pala e dal dottor Francesco Scolari, consigliere ed amico della società soresinese che, nonostante diverse intromissioni da parte di gente che con il mondo dello sport non hanno nulla a che fare, hanno fin da subito capito che il presidente reggino Carmelo Laganà ed il suo General Manager Giuseppe Barrile coadiuvati dall’avvocato Enrico Zorzi erano persone affidabili, corrette, di cultura sportiva elevata e con valori umani di cui andarne fieri.

La nostra fermezza e correttezza e la loro gioia per un titolo riconquistato hanno stabilito, di fatto una nuova e sicuramente duratura amicizia sull’asse Soresina-Reggio Calabria. Alla Pallacanestro Viola Reggio Calabria va il nostro ringraziamento per la correttezza e la determinazione con cui si è giunti all’accordo e sicuramente un grosso in bocca al lupo perchè il prossimo campionato di serie B possa essere solo l’inizio di un ritorno ai vecchi fasti reggini.

Infine la società soresinese come già comunicato in precedenza ripartirà dalla serie C Gold e nel contempo ha rilevato i diritti sportivi della società comasca Asd Rovello Porro, che sino all’interruzione della stagione 2019-2020 causa Covid-19 era inserita nel girone Ovest del campionato di serie C Gold.