Tempo di lettura: 2 minuti

Pescarolo ed Uniti (CR) – Una giornata che abbiamo voluto ricordare, collegandola all’invito a donare, lanciato dal Vice Mariani della sezione AVIS di Pescarolo ed Uniti, in occasione dell’ennesima iniziativa rivolta proprio ai giovani, in occasione della festa di fine anno della locale Scuola Primaria e della distribuzione nella giornata odierna, 8 giugno, nei negozi di alimentari gli appositi sacchetti di carta, riportanti gli estremi della ricorrenza e, sul retro degli stessi, una frase semplice, quanto importante “puoi salvare una vita”.

In merito ricordiamo che per la Giornata del Donatore, istituita nel 2004, venne scelta la data del 14 giugno per ricordare la nascita di Karl Landsteiner, un immunologo austriaco, premio Nobel, e scopritore nel 1900 dei gruppi sanguigni. E proprio nel 2020, anno nel quale l’OMS affidò all’Italia l’organizzazione globale della ricorrenza, fu anche il Direttore di quell’Organizzazione, Adhanom Ghebreyesus, a lanciare un messaggio proprio rivolto ai giovani e del quale riportiamo la parte finale ricordando“…che è il momento di riconoscere il loro contributo incredibile alla salute delle rispettive comunità.”.

A questo punto, tornando al messaggio lanciato da Mariani, lui stesso oggi, facendo riferimento ad una situazione generale, ha evidenziato la criticità del momento legata ai lasciti della pandemia e all’avvicinarsi del periodo legato alle ferie estive, per le quali, a volte ci si dimentica che in Ospedale c’è costantemente qualcuno che aspetta il nostro sangue, che ha bisogno del nostro sangue. Per quanto riguarda la sezione di Pescarolo la media delle iscrizioni è buona, oltre a 17 giovani, entrati nel 2022, altri 10 sono in attesa di concludere la prassi medica per l’adesione, quindi una situazione è buona ma non è mai un male continuare a ricordare l’importanza della donazione, soprattutto alle nuove generazioni, perché in Ospedale gli ammalati non possono aspettare.