Gabbioneta (Cremona) – “E’ stata una bella giornata – precisano i responsabili e promotori della XXIIIª edizione che si è svolta domenica 15 aprile – e anche questa volta abbiamo avuto un meritato riconoscimento alla nostra iniziativa con una partecipazione che con 80 bambini e 40 adulti, ha superato l’edizione del 2017″.

Inevitabile qualche problema organizzativo – proseguono i responsabili – soprattutto per quanto riguarda il pranzo. In merito, abbiamo dovuto appendere alle pareti parte delle opere esposte per la mostra fotografica “I guardiani del parco, gli alberi monumentali, dalle radici alla chioma” per lasciare posto ai tavoli per il pranzo“.

La passeggiata ha avuto regolare svolgimento, senza problemi di sorta – precisa il vice presidente della Fondazione Strina Barchi Luigi – Ci siamo mossi da piazza Paolo VI°, davanti alla sede della Fondazione verso le 10. Ad accompagnarci i volontari della protezione civile di Ostiano Gabbioneta e due guardie del parco, ogni partecipante era dotato di un sacco per la raccolta rifiuti. A chiusura del corteo il motocarro messo a disposizione dal comune per la raccolta dei sacchi e guidato dal Presidente della Fondazione, Fiorini Antonio”.

“La prima sosta è stata lungo la comunale per Ostiano – prosegue Barchi Luigi – per le operazioni di piantumazione di un ontano e una rovere. Poi abbiamo percorso un tratto della S.P. per Ostiano e, prima del ponte, abbiamo preso una strada vicinale lungo l’argine. Così siamo entrati nel pieno della campagna e, percorrendo complessivamente circa due chilometri, siamo rientrati a Gabbioneta“.

Inevitabile la foto di gruppo dei partecipanti e del gruppo dei promotori e collaboratori, al centro il mezzo messo a disposizione del comune con a bordo i rifiuti raccolti. In merito riteniamo doveroso evidenziare la “quantità” di rifiuti raccolta, nonostante la zona faccia parte del Parco dell’Oglio e le iniziative per sensibilizzare sulla necessità della salvaguardia dell’ambiente non manchino. Gli incivili, purtroppo, continuano nella loro opera di distruzione del nostro territorio.

All’interno della Fondazione oltre alle fotografie della mostra fotografica, erano esposti anche i disegni realizzati dagli alunni della scuola primaria di Ostiano e dai partecipanti al corso di disegno, organizzato dalla Fondazione, sul tema della giornata. Ogni bambino partecipante alle iniziative ha avuto in omaggio un vasetto di fiori, oltre alla visione dello spettacolo del Mago Grissino.