Parma – “Venti giorni sull’Ortigara …. “, così incomincia una delle più belle canzoni della Grande Guerra, che racconta dei tragici giorni, dal 10 al 29 giugno 1917, trascorsi dalle truppe alpine alle falde e sulla cima del Monte Ortigara (m. 2.105), nel tentativo offensivo italiano di fare arretrare le linee austroungariche sull’Altipiano di Asiago.

La “battaglia dell’Ortigara” costituisce senza alcun dubbio il simbolo del sacrificio degli Alpini durante la prima guerra mondiale: 22 battaglioni vengono gettati nella fornace ardente del Vallone dell’Agnellizza e dell’indifendibile cima, letteralmente frantumata e abbassata dai bombardamenti furiosi di entrambi i contendenti. Non a caso i superstiti di quell’inferno, per ricordare i circa 13.000 alpini caduti e feriti in quei 2 chilometri di fronte, nel 1920 decisero di convocare proprio sul Monte Ortigara la prima adunata dell’Associazione Nazionale Alpini, ponendo sull’arida e martoriata spianata sommitale una grande colonna spezzata, recante la scritta “PER NON DIMENTICARE”.

Sarà dunque dedicato alla battaglia dell’Ortigara il prossimo appuntamento della rassegna “1917-2017 L’alpinismo, la montagna e la guerra”, organizzata dal Club Alpino Italiano di Parma, insieme agli Alpini e con il patrocinio di Comune e Provincia: giovedì 20 aprile alle ore 21, presso il CAI in viale Piacenza n.40, il regista Alessandro Scillitani presenterà alcuni frammenti inediti di un film realizzato insieme a Paolo Rumiz I tuoni dell’Ortigara”. E ancora sull’Ortigara il Cai organizzerà un’escursione già programmata per il 21 maggio nel centenario della battaglia

Il programma del centenario si svilupperà poi con l’ ultimo incontro in programma venerdì 5 maggio alle ore 18 con Antonella Fornari, che presenterà il suo libro a Parma presso la libreria Feltrinelli in via Farini, e che nella stessa serata, alle ore 21, sarà a Fidenza presso l’auditorium ex Macello per un incontro dal titolo: “Lacrime di pietra: Monte Piana e dintorni. Ricordi di guerra”.

Le altre uscite sui luoghi che furono teatro di guerra nel 1917, si svilupperanno fra l’estate e l’autunno: il 24 e il 25 giugno si percorrerà il suggestivo e impegnativo sentiero dei pionieri sul Monte Piana; si andrà invece in mountain bike il 3 settembre al monte Novegno e il 17 settembre al monte Zebio; poi si riprenderà a camminare il 22 ottobre sul monte Grappa accompagnati dagli Alpini, e si chiuderà la rassegna il 29 ottobre, con una gita organizzata dal Family CAI e rivolta ai ragazzi alla Forra del Lupo di Folgaria.