Cremona. Una riflessione teatrale sulla guerra in occasione del centenario della fine del conflitto della prima guerra mondiale denominata: “La Grande Guerra” lo spettacolo composto da recitativi, poesie e canzoni di “Anonimo e AA.VV.” sul palcoscenico del al Teatro Filodrammatici lunedì 14 gennaio alle ore 18. Lo spettacolo è organizzato dall’ANPI di Cremona.

Con la partecipazione dei gruppi: I Giorni Cantati, I Museicanti del Museo del Cambonino e degli attori: Mario Carotti, Giorgio Mattarozzi, Beppe Piovani e Carlo Zanotti. Coordinamento e regia affidata a Grazia Antonia Rossi e Pierantonio Bonetti.

La serata ci catapulta negli eventi che dal 1914 al 1918 hanno  sconvolto  il Mondo, un’occasione  per commemorare i milioni di morti di quella e di altre guerre e per non dimenticare quei fatti da cui tutti dobbiamo trarre  insegnamento per non ripetere gli errori del passato.

Un secolo intero non è servito all’uomo per scrollarsi  di dosso la più assurda  e tremenda  delle tragedie umane: la guerra. Ha trafitto di dolore il secolo scorso e continua ad essere una piaga che infetta la civiltà moderna, ne sono atroci testimoni i fatti di tutti i giorni. La guerra non è purtroppo ancora chiusa in un museo, continua a mietere vittime, per la maggior parte innocenti.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.