Tempo di lettura: 4 minuti

Nella notte di “mezza estate”, la notte di San Lorenzo di giovedì 10 agosto, la spiaggia della Romagna si trasforma in un paradiso sul mare offrendo spettacoli in cielo con i colori dei fuochi d’artificio e le magiche e tanto attese stelle cadenti.

Il cielo è davvero infinito e i suoi astri voleranno anche sopra i borghi e i centri dell’Emilia, pronti e regalare emozioni uniche fra occasioni di ritrovo, intrattenimenti culturali, musica, spettacoli e delizie per il palato.

La tradizione romagnola vuole che, il giorno di San Lorenzo, ci si deve immergere sette volte in mare, per purificarsi e per attirare a sé fortuna e felicità. Per questo motivo, fin dall’antichità, in questa giornata si riversava in Riviera un grande afflusso di bagnanti provenienti dalla campagna, speranzosi di veder le loro malattie portate via dal mare e di propiziarsi un anno migliore e più fortunato.

A Cervia l’appuntamento con la pioggia di Perseidi ha una lunga tradizione e si identifica nella “pioggia” di lacrime che San Lorenzo versò durante il terribile martirio.
La serata qui si apre con l’immancabile prologo della tombola in piazza. La festa prosegue poi sia in piazza che sul lungomare, e con tutti i bagni aperti, in attesa dello spettacolo di fuochi d’artificio sulla spiaggia, a partire dalle 23.00, e del classico bagno in mare di mezzanotte.

Rimini si addobba a festa già a partire dal pomeriggio e il divertimento è garantito per le strade, le piazze e il centro della città così come in spiaggia e sulla sabbia e, immancabili, anche nei parchi del divertimento – l’Italia in Miniatura e Oltremare.
Mostre, cinema all’aperto, gare e giochi per bambini, visite guidate, spettacoli e mercatini e, come ogni località emiliano-romagnola che si rispetti, tanta musica dal vivo e degustazione di prodotti tipici locali.

Gatteo non è da meno e quest’anno chiama tutti sotto il suo cielo stellato per celebrare i 35 anni della Festa Patronale di San Lorenzo. Nella corte del Castello Malatestiano ed in tutto il centro storico tanti gli artisti ed i momenti di intrattenimento che allieteranno questa due giorni. Dai ritmi soul a quelli latino-americani, dalla musica melodica al bel Liscio romagnolo, dagli spettacoli comici alle mostre d’arte, dalla celebrazione della Santa Messa dedicata a San Lorenzo al suggestivo spettacolo di fuochi d’artificio.

Anche quest’anno la notte di San Lorenzo è l’occasione ideale per far brindare i “Calici di stelle”, tutti quegli appuntamenti in tutta Italia, e anche in Emilia-Romagna, che uniscono alla romanticità di una serata all’aperto la passione e il gusto di un buon bicchiere di vino. Il fil rouge 2017 è dedicato al terremoto, a fronte della vicinanza ai territori e ai disagi delle popolazioni colpite del centro Italia. Ricorre anche quest’anno il premio Calici di Stelle “La Stella di Federica: miglior foto dell’anno 2017”, una Magnum speciale frutto di un blend ottenuto dall’unione di una quarantina di vitigni autoctoni in rappresentanza di tutte le regioni.

A Castelvetro di Modena l’unione fra le eccellenze vitivinicole, la gastronomia tipica e le stelle del firmamento avviene in modalità “itinerante” con proposte in ogni angolo segreto di questo borgo antico. L’intera area sarà divisa in quattro zone ispirate alle costellazioni più celebri: Orsa Maggiore, Orsa Minore, Cassiopea, Andromeda.

L’osservazione degli astri avviene anche sotto il cielo di Fontanelice, vicino a Imola. Alla porta del Castello si potrà acquistare il calice serigrafato, che darà agli amanti del nettare di Bacco la possibilità di intraprendere un percorso enogastronomico lungo i vicoli del centro storico, tra assaggi di vini delle cantine del territorio e prodotti di aziende ed agriturismi locali.

Farà da sottofondo alla serata la musica dal vivo eseguita sulla terrazza che si affaccia sui parco Conca Verde. Gli appassionati di vasti orizzonti potranno salire sulla torre dell’orologio e dalla sua sommità godere di un panorama notturno mozzafiato.

Risplenderà solo della luce delle stelle insieme a quella di candele e lanterne il borgo di Bertinoro, per trascorrere la serata più romantica dell’anno in dolce compagnia e fra musica diffusa, menù e degustazioni a tema.

Nel riminese la lunga notte delle stelle si trascorre a Santarcangelo di Romagna, in compagnia di oltre 50 aziende vitivinicole, fra degustazioni in grotta e Calici di Musica, e a Verucchio, borgo di rara bellezza con i suoi balconi resi famosi da Piero della Francesca, dove le regioni d’Italia ospiti servono i loro vini e prodotti tipici sui banchi sparsi nel centro.

Mentre il Museo Villanoviano si apre alle visite e alle degustazioni di pregiati vini, alla Rocca Malatestiana gli astrofili con i loro telscopi vi guideranno in un viaggio tra le stelle cadenti.

 

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *