Tempo di lettura: 2 minuti

Verona. Torna l’8 dicembre La Marcia del Giocattolo, la 43ª edizione in un periodo così delicato sembra avere un più grande significato, l’Associazione Straverona vuole portare un sorriso e continuare a occuparsi dei bambini meno fortunati.

Quest’anno la Marcia del Giocattolo si svolgerà in modo diffuso. Ogni partecipante potrà correre o camminare dove preferisce, nel rispetto di tutte le normative di sicurezza. Quindi si può partecipare da qualunque parte d’Italia!Una marcia di solidarietà che quest’anno è destinato alla Fondazione Città della Speranza Onlus. Dal 1994 Fondazione Città della Speranza si pone l’obiettivo di migliorare le condizioni di cura e assistenza dei bambini con patologie oncoematologiche, nonché di finanziare la ricerca scientifica in ambito pediatrico. Grazie all’aiuto di imprese, associazioni, privati cittadini e alla forza del volontariato, ha realizzato e sostiene:

– la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova, centro di riferimento nazionale per la diagnosi di leucemie, linfomi e sarcomi. Ciò significa che a tutti i bambini, residenti in Italia o provenienti dall’estero, sono garantiti una diagnosi certa e i migliori protocolli di cura;

– l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande centro di ricerca europeo in questo ambito, che studia le patologie pediatriche con un approccio multidisciplinare e tecniche altamente innovative. Le aree di ricerca rappresentate sono: oncologia pediatrica, trapianto di cellule staminali e terapia genica; medicina rigenerativa; nanomedicina; genetica e malattie rare; medicina predittiva; immunologia e neuroimmunologia; cardiologia sperimentale.

L’azione di Città della Speranza ha contribuito ad innalzare i tassi di guarigione delle leucemie, portandoli dal 30% circa degli anni Ottanta all’80% di oggi. I protocolli di cura messi a punto sono adottati anche nel mondo.

Come si svolge la 43ª Marcia del Giocattolo:

L’8 dicembre non potremo essere, come nelle passate edizioni, a Verona sotto l’arco di partenza in Piazza Bra. Ogni partecipante, tra le ore 8 e le 18 potrà uscire di casa e correre o camminare per la solidarietà, ovviamente indossando la maglia ufficiale della Marcia del Giocattolo compresa nella quota di iscrizione.
La partecipazione è aperta a tutti, non è richiesto alcun certificato medico e alcun tesseramento.

Le iscrizioni per i singoli sono solo in modalità on-line, con pagamento tramite carta di credito o Paypal”, senza commissioni. Il form da compilare permette di iscrivere fino a 5 persone contemporaneamente, con unico recapito del pacco gara.

L’adesione costa 12,00 euro per gli adulti e 5 euro per ogni bambino sotto i 10 anni iscritto insieme con un genitore, a cui vanno aggiunte le spese di spedizione di 7,00 euro per il primo iscritto ed 1,00 euro addizionale per ogni iscritto successivo. Le iscrizioni chiudono alle ore 14 di martedì 8 dicembre. Tutti coloro che si iscriveranno entro il 30 novembre riceveranno il pacco gara prima dell’evento.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.