Tempo di lettura: 3 minuti

Soncino, Cremona. Il museo della Stampa, sede della stamperia della famiglia ebrea dei “Soncino”, è capocordata delle celebrazioni della Giornata della Memoria, con la fondazione Filosofi lungo l’Oglio e il patrocinio del comune di Soncino, di Orzinuovi e di Crema che si terranno dal 25 al 27 gennaio.

Il 27 Gennaio verrà celebrata la Giornata della Memoria istituita dal Parlamento nel 2000 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni, nei campi nazisti, del popolo ebraico ma anche di Sinti, Rom, disabili, Testimoni di Geova, omosessuali e oppositori politici. Il 27 gennaio 1945, infatti, le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz e aprirono i cancelli del campo di sterminio.

Per la Giornata della Memoria 2018 i Comuni di Soncino, Orzinuovi e Crema hanno l’onore di celebrare la figura di Giorgio Perlasca, un italiano come tanti, come lui stesso amava definirsi, ma capace di salvare più di 5000 ebrei dallo sterminio e di incarnare la storia come maestra di vita. Il concetto di Giusto, nato dall’elaborazione del memoriale di Yad Vashem per ricordare i non ebrei che sono andati in soccorso degli ebrei, diventa così patrimonio di tutta l’umanità.

La storia di coraggio, altruismo e solidarietà di Perlasca è significativa perché riguarda un uomo comune che, anziché fuggire alle prime avvisaglie di pericolo, si inventa un ruolo come diplomatico di uno stato neutrale che lo porta a rischiare più volte la propria vita per salvare delle persone perseguitate.

Il Museo della Stampa di Soncino, grazie alla disponibilità della “Fondazione Giorgio Perlasca ha avuto la possibilità di organizzare incontri culturali all’interno delle scuole e delle realtà territoriali di Soncino, Orzinuovi e Crema, per favorire la consapevolezza e la sensibilità degli studenti e delle loro famiglie riguardo al significato della Shoah.

Il Giorno della Memoria rappresenta, per tutte le comunità, un’opportunità di incontro e una significativa esperienza educativa.

Il programma:

Giovedì 25 Gennaio, alle ore 21, nella Sala Consiliare del Comune di Soncino interverrà la “Fondazione Giorgio Perlasca”, attraverso dei filmati racconteranno la vita e le opere di un uomo così speciale. Seguirà un dibattito.

Venerdì 26 Gennaio, alle ore 10 nell’ Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Crema, ci sarà un incontro con la “Fondazione Giorgio Perlasca”, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di primo grado. Alle ore 21.00 la “Fondazione Giorgio Perlasca” interverrà presso la Sala Cremonesi del Museo Civico di Crema e del Cremasco.

Sabato 27 Gennaio, alle ore 10 presso l’Auditorium dell’ Istituto di Istruzione Superiore G. Cossali di Orzinuovi, la “Fondazione Giorgio Perlasca” incontrerà gli studenti delle classi quinte di Orzinuovi e gli alunni della terza media dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Soncino.

Alle ore 12, al termine dell’incontro, presso il “Giardino dei Giusti”, inaugurato nel marzo 2015, grazie alla, disponibilità, impegno e sensibilità di Francesca Nodari della Fondazione Filosofi Lungo L’Oglio, Gariwo e degli Amici dei Combattenti e reduci avverrà la posa del cippo dedicato a Giorgio Perlasca “Giusto fra le Nazioni”.

Il Giardino dei Giusti di Gerusalemme è sorto nel 1962 presso il Mausoleo di Yad Vashem, il luogo della memoria della Shoah, per commemorare i giusti tra le nazioni, che hanno rischiato la loro vita per aiutare degli ebrei. Per commemorare i Giusti tra le Nazioni viene scelto di piantare degli alberi di carrubo.

Altre iniziative sono state organizzate per celebrare la Giornata della Memoria dal comune di Orzinuovi:

Venerdì 19 Gennaio, alle ore 10.00 Reading teatrale “Il coraggio di Vivere” a cura di Emanuele Turelli, storyteller. Presso il Centro Culturale Aldo Moro di Orzinuovi.
Giovedì 25 Gennaio, ore 17.30 iniziativa di lettura a cura degli studenti dell’Istituto Cossali in collaborazione con la Biblioteca di Orzinuovi e il Sistema Bibliotecario BBC. Presso l’Istituto Cossali.

Dal 3 al 17 Febbraio, Mostra ‘Shoah: l’infanzia rubata’, realizzata dall’ Associazione “Figli della Shoah” a cura dell’ Assessorato alla Cultura e dell’ Ufficio Cultura di Orzinuovi, presso la Biblioteca di Orzinuovi.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *