Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. E’ un’anteprima la presentazione del libro di Sergio Paini, vice caporedattore degli Esteri del Tg1, lunedì 28 novembre a Brescia alla Nuova Libreria Rinascita, via della Posta n. 7 alle ore 18,15. “La mezzaluna d’Europa. I musulmani dei Balcani: dagli Ottomani fino all’Isis” (Edizioni La Scuola) sarà difatti nelle librerie dal 1 dicembre.libro

Alla prima presentazione di lunedì interviene con l’autore Nader Akkad, Imam di Trieste, siriano di Aleppo e ingegnere e ricercatore all’ICTP(Centro internazionale di fisica teorica). Introduce Mara Gergolet, vice caporedattrice degli Esteri del Corriere della Sera.

Scrive l’autore nella prefazione del libro: “L’Islam balcanico fa parte da più di mezzo millennio della storia d’Europa, ma era stato congelato durante la Guerra fredda e poi relegato ai margini del continente. Oggi torna alla ribalta per le minacce terroristiche e i focolai di fanatismo. Una lunga tradizione di tolleranza è messa in crisi dal diffondersi del salafismo integralista importato dai Paesi arabi.

“La mezzaluna d’Europa” racconta la storia dei musulmani dei Balcani, a partire da bosgnacchi e albanesi: dalla convivenza con gli altri popoli all’interno dell’impero ottomano fino all’esplodere dei nazionalismi, dalla repressione comunista fino ai sanguinosi conflitti degli anni Novanta e alle crisi economiche, che spingono un numero crescente di giovani verso l’estremismo religioso.”

Sergio Paini, giornalista Rai, è attualmente vice caporedattore degli Esteri del Tg1 a Roma. Laureato in Storia, è un esperto di Europa dell’Est e parla sette lingue. Ha lavorato in Germania e in Francia. In Bosnia-Erzegovina, dove ha conseguito un master internazionale in Democrazia e Diritti Umani, ha collabo­rato con le Madri di Srebrenica: da questa esperienza è nata la pubblicazione in inglese Mothers of Justice. Come inviato, ha seguito in particolare gli eventi nell’ex Jugoslavia e ha raccontato in diretta la rivoluzione ucraina.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *