Pandino (Cremona). Le sale espositive del I piano del castello visconteo di Pandino ospitano dal 4 febbraio al 12 marzo la mostra di quadri della pittrice francese Annaick Dolbeau, artista che principalmente si dedica alla riproduzione di paesaggi della campagna francese e di luoghi caratteristici come la valle della Loira.

La mostra è allestita nelle sale appositamente predisposte, con opportuna attrezzatura, sul lato est del castello di Pandino (sopra la mensa della scuola casearia), a cura di ArtEventi, la cooperativa che gestisce l’ufficio turistico di Pandino.

Annaick Dolbeau è nata a Angers, in Francia, nel 1955. Nel 1996 è stata costretta ad abbandonare il tavolo da disegno ed è allora che entra in contatto  per la prima volta con quello che si rivelerà essere il suo vero amore, la pittura. Con Beatrice Bauer e Brigitte Blanchard, maestre dell’arte e della pittura della città di Angers, Annaick inizia e si impadronisce della tela per riprodurre paesaggi che la circondano.

All’origine di ognuno dei suoi dipinti c’è lo splendore e la magia dell’istante, dove nulla si muove, ma si riempie di una sensazione indescrivibile. Come afferma l’artista: “mi sento molto bene. Sono io in comunione con la natura e ciascuno degli elementi della scena“.

Per la realizzazione della mostra della signora Dolbeau si è rivolto all’ufficio turistico di Pandino il sig. Gianni Zanocco, amico della pittrice e vulcanico curatore delle sue esposizioni in Italia, mai stanco di proporre questi quadri ai vari comuni, di occuparsi del materiale informativo, di preparare tutto l’allestimento. Impossibile dirgli di no, anzi l’ufficio turistico è felice di poter dare spazio alla signora Dolbeau e di offrire quest’altra iniziativa ai visitatori del castello, ai pandinesi e agli appassionati di pittura.