Cremona. Non poteva essere che la l’uso geniale e inimitabile della luce del grande Caravaggio a trafiggere e illuminare la Notte dei Musei  in città. Sabato 20 maggio “L’avventurosa vita di Caravaggio” sarà il clou della Notte Europea dei Musei, una notte di cultura, arte e stupore, dove il museo diventa soggetto attivo e dinamico nella società contemporanea, promotore di conoscenza reciproca, di dialogo tra le culture e le comunità, ma anche luogo di piacevole intrattenimento.

Sabato al Museo Civico Ala Ponzone, in occasione della notte dei musei le guide CrArT saranno presenti per le visite ”L’avventurosa vita di Caravaggio” alla scoperta della storia del celebre artista. Durante il percorso si potrà osservare il  dipinto “San Francesco in meditazione” con l’ausilio degli Art Glass.

Notte Europea dei Musei tutta da vivere è l’evento che a Cremona, così come in tante altre città dell’Europa, si celebrerà a partire da venerdì 19 maggio e si concluderà il 21 maggio, grazie all’apertura straordinaria e serale della Pinacoteca, del Museo Archeologico, del Museo di Storia Naturale e del Museo del Violino con numerose proposte pensate per stimolare curiosità e interesse verso la ricchezza del patrimonio e il valore culturale dei musei cittadini.

Caravaggio in città non è mai stato così presente, difatti al Museo del Violino la notte ci si ritrova dinnanzi, faccia a faccia, ad un quadro di straordinaria forza espressiva: il “Suonatore di liuto” di Caravaggio. Il giovane del dipinto ha le dita tese a pizzicare i cori dello strumento, come ad accompagnare il canto di Orfeo ed a ricordare il valore universale della musica, che quest’anno in città celebra i 450° anno della nascita del compositore Monteverdi.

Dalle 23 alle 2 sarà possibile visitare, con ingresso gratuito, le collezioni di liuteria e la mostra che, 410 anni dopo la prima esecuzione, ricostruisce l’orchestra dell’Orfeo monteverdiano, seguendo le indicazioni espresse nella partitura a stampa pubblicata nel 1609 da Ricciardo Amadino.

In città la Festa dei Musei inizia il 19 maggio, ore 21,  al Museo Archeologico  con l’Ensemble Voz Latina in concerto con “Caravelle della Musica”, El Siglo de Oro espanol

Sabato 20, dalle ore 21 al Museo Civico Ala Ponzone, oltre alla visita dedicata al Caravaggio,  una serie di appuntamenti musicali arricchiranno la visita alle collezioni e alla mostra “Lo sguardo sul mondo: vedute, capricci e paesaggi”. Note musicali diffuse in vari spazi saranno proposte dai ragazzi del Liceo Musicale A.Stradivari e dall’Orchestra di chitarre dell’istituto “Un Pizzico di Corda”, a loro si uniranno i piccoli delle classi prime della scuola primaria Trento Trieste che partecipano al progetto “Il Piccolo Conservatorio”. Nel cortile del Museo, dalle ore 21,45, il gruppo veronese dei Real Ones proporrà i brani più famosi dei Queen e dei Pink Floy.

In Sala San Domenico si terranno dimostrazioni pratiche di stampa al torchio calcografico della nuova incisione a puntasecca di Vladimiro Elvieri, ispirata a “L’Orfeo” di Claudio Monteverdi, realizzata in occasione del 450° anniversario della nascita del grande compositore e musicista cremonese (1567-2017).

Nel corso della serata, sarà disponibile un pieghevole, a cura dell’Associazione Incisione Senza Confini, contenente il programma della prossima IX Rassegna internazionale di incisione “Cremona 2017”, che si terrà, dal 24 settembre al 29 ottobre, presso il Centro culturale di S. Maria della Pietà, nella quale saranno esposte, tra le altre, rare opere incisorie di alcuni grandi maestri del ‘900 come Picasso, Chagall, Hayter, Tàpies, Clavé e Music, provenienti da importanti collezioni private.

Anche il Museo di Storia Naturale sarà visitabile dalle ore 21 e per l’occasione presenterà la mostra Bodri: monumenti naturali nel paesaggio padano in collaborazione con Rotary per il Po e visite guidate a cura degli studenti del Liceo Scientifico Aselli.

Domenica 21 maggio, sempre alle ore 21,  la Notte Europea dei Musei si concluderà, nel cortile del Museo Civico, con un ulteriore concerto che sarà presentato in prima nazionale dal gruppo cremonese degli Aksak Project che con Trebisonda festeggerà il suo ventennale.