Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Dopo 9 anni di chiusura la Pinacoteca Tosio Martinengo e i suoi capolavori vengono restituiti alla città.

E’ arrivato l’attesissimo momento del taglio del nastro: sabato 17 marzo alle ore 10, la Pinacoteca, grazie all’impegno ininterrotto negli ultimi 4 anni di Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei, con il fondamentale contributo di Fondazione Cariplo, ritornerà, finalmente fruibile nella sua nuova e affascinante veste, ad essere uno dei fiori all’occhiello del patrimonio artistico e culturale della città e non solo. Tre giornate di festa per celebrare in ritorno.

La cerimonia di sabato sarà scandita dalle note della banda cittadina “Isidoro Capitanio”. Nel pomeriggio dello stesso sabato dalle 14 alle 20, con ultimo ingresso alle 19.30, e nei due giorni a seguire, per tutta la giornata di domenica 18 marzo e di lunedì 19 marzo, dalle ore 9 alle 20, con ultimo ingresso alle 19.30 per consentire anche agli operatori del commercio e dei servizi di partecipare alla festa.

La visita alla nuova Pinacoteca sarà gratuita, ma data la delicatezza dei luoghi, sarà necessaria la prenotazione. Per tutta la giornata di sabato, in onore della riapertura, sarà disponibile l’annullo filatelico di due speciali cartoline dedicate alla Pinacoteca. Durante questi primi giorni di apertura gratuita, gli operatori dei Servizi Educativi di Fondazione Brescia Musei accoglieranno i visitatori nelle sale per illustrare il nuovo percorso espositivo e offrire informazioni storico-artistiche sui capolavori della Pinacoteca.

Domenica 18 marzo alle ore 17.30 la festa per la riapertura della Pinacoteca proseguirà con il concerto-recital speciale a ingresso libero, ospitato nella Chiesa inferiore del Santuario di Sant’Angela Merici (via Crispi, 19), dal titolo “Mostrare al mondo il vano errore degli uomini: donne a Brescia tra ‘400 e ‘500” a cura dell’Associazione Celacanto. Le straordinarie protagoniste saranno Laura Cereto, Veronica Gambara e Angela Merici rievocate grazie alla voce recitante di Anna Teotti, al canto della soprano Martina Stecherova e all’interpretazione di Anna Compagnoni al liuto e alla tiorba.

Per prenotarsi basterà andare sul sito di Fondazione Brescia Musei inserire il proprio indirizzo e-mail e scegliere l’orario desiderato attraverso un’apposita app. Si riceverà all’indirizzo inserito un codice QR code che sarà da presentare all’ingresso della Pinacoteca, stampato o sul monitor del proprio smartphone. Al fine di consentire a tutti di poter ammirare la Pinacoteca in anteprima, sarà possibile prenotare non più di quattro ingressi per volta. Chi avesse difficoltà a effettuare la prenotazione on-line, può rivolgersi gratuitamente al Centro Unico di Prenotazione del Museo Santa Giulia in via Musei 81/b, aperto da martedì a domenica dalle 10 alle 16, oppure, grazie alla collaborazione conBrescia Mobilità, all’Info Point Turismo e Mobilità in via Trieste 1, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *