Rovigo – Con l’arrivo dell’autunno i migliori teatri allesticono i cartelloni della nuova stagione teatrale per dar modo agli spettatori di programmarsi il proprio tempo libero. Da ottobre a maggio decine e decine di rappresentazioni e di spettacoli per tutti i gusti, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Di tutto rilievo la rassegna allestita dal Teatro Sociale di Rovigo per la stagione 2017-2018 imperniata in particolar modo sulla prosa, sulla lirica e sulla danza. Un programma che, ancora una volta, si presenta di qualità e ricco di proposte, mantenendo la consueta eccellenza delle produzioni artistiche, aprendosi anche al contemporaneo e alla valorizzazione di nuovi talenti.

Il cartellone allestito.

  • 2, 3 e 5 novembre – Rappresentazione de “Il Barbiere di Siviglia“, opera buffa in due atti di Gioacchino Rossini, libretto di Cesare Sterbini. Maestro concertatore e direttore d’orchestra Alessandro Cedrone. Orchestra regionale Filarmonica veneta, coro lirico veneto, maestro del coro Flavia Bernardi. Regia di Massimo Pizzi e Gasparon Contarini.
  • 11 e 12 novembre – Rappresentazione de “Viva Momix forever!“, direttore artistico Moses Pendleton. Viva Momix forever è uno spettacolo nato nel 2015 per festeggiare i 35 anni d’esistenza di Momix trascorsi a calcare le scene più importanti di tutto il mondo, ed è con una spettacolare raccolta delle sue più suggestive e significative coreografie che Moses pendleton, carismatico creatore e direttore artistico della compagnia, intende sottolineare questo fondamentale traguardo.
  • 13, 15 e 17 dicembre – Rappresentazione della “Tosca“, dramma storico in cinque atti di Giacomo Puccini, libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica. Maestro concertatore e direttore d’orchestra Simon Krecic. Orchestra Sinfonica delle terre verdiane, coro lirico veneto, maestro del coro Flavia Bernardi. Regia di Artemio Cabassi.
  • 12 gennaio – Rappresentazione della “Una giornata particolare“, di Ettore Scola e Ruggero Maccari, adattamento di Gigliola Fantoni, con Valeria Solarino e Giulio Scarpati, Paolo Giovannucci e Anna Ferraioli. Regia di Nora Venturini.
  • 4 febbraio – Spelbound Contemporary Ballet presenta “Rossini Ouvertures“, musiche di Gioacchino Rossini, danzatori Fabio Cavallo, Alice Colombo, Maria Cossu, Giovanni La Rocca, Mario Laterza, Giuliana Mele, Caterina Politi, Giacomo Todeschi e Serena Zaccagnini. Coreografia e regia di Mauro Astolfi.
  • 16 e 18 febbraio – Rappresentazione de “La Traviata“, opera in tre atti di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave. Maestro concertatore e direttore d’orchestra Francesco Omassini. Orchestra regionale Filarmonica veneta, coro Benedetto Marcello, maestro del coro Francesco Erle. Regia di Alessio Pizzech.
  • 20 febbraio – Rappresentazione de “Twist“, di Clive Exton, libero adattamento di Carlo Alighiero e Gustavo Verde, con Sandra Milo, Gino Rivieccio, Fanny Cadeo e Marina Suma. Regia di Pino Strabioli.
  • 3 marzo – Balletto Nazionale di Sofia presenta “Don Chisciotte“, balletto in quattro atti e un prologo, coreografia di Vakhtang Chabukiani, da Marius Petipa e Alexander Gorsky, musica di Léon Minkus, direzione artistica di Sara-Nora Krysteva.
  • 7 marzo – Rappresentazione de “Medea“, di Euripide, traduzione di Umberto Albini, con Franco Branciaroli, Alfonso Veneroso, Antonio Zanoletti, Elena Polic Greco, Elisabetta Scarano e Tommaso Caldarelli. Regia di Luca Ronconi.
  • 13 marzo – Stivalaccio Teatro presenta “Il malato immaginario – L’ultimo viaggio“, soggetto originale di Marco Zoppello, con Sara allevi, anna De Franceschi, Michele Mori, Stefano rota e Marco Zoppello. Regia di Marco Zoppello.
  • 24 e 25 marzo – Rappresentazione de “L’Italiana in Algeri“, dramma giocoso in due atti di Gioacchino Rossini, libretto di Angelo Anelli. Maestro concertatore e direttore d’orchestra Francesco Pasqualetti. Orchestra Archè, coro del Teatro di Pisa, maestro del coro Marco Bargagna. Regia di Stefano Vizioli.
  • 28 marzo – Rappresentazione de “Quel pomeriggio di un giorno da … star“, di Gianni Clementi, con Corrado Tedeschi, Brigitta Broccoli, Ennio Coltorti, Claudio Moneta, Tullio Sorrentino, Patricia Vezzulli. Regia di Ennio Coltorti.
  • 12 aprile – Rappresentazione de “Uno nessuno centomila“, dal romanzo di Luigi Pirandello, con Enrico Lo Verso, adattamento e regia di Alessandra Pirazzi.
  • 21 aprile – Compagnia Fabula Saltica presenta “Cenerentola“, danzatori Vito Alfarano, Melania Chionna, Federica Iacuzzi e Marco Mantovani, coreografia e regia di Claudio Ronda, drammaturgia di Ermanno Romanelli, musiche di Gioachino Rossini e autori vari.
  • 12 maggio – Minimiteatri presenta “Nell’inferno delle donne – Persone e personalità femminili nell’inferno dantesco“, sculture di Giorgio Mazzon, musiche di Franco Piva, movimenti scenici di Claudio Ronda, testo e regia di Letizia E.M. Piva, con attori di Minimiteatri e allievi del Laboratorio di teatro.
  • 20 maggio – Minimiteatri presenta “Balkan Burger“, di Stefano Massini, con Ambra Angiolini. (“Donne da Palcoscenico”).
  • 25 maggio – Francesca Reggiani in “Tutto quello che le donne (non) dicono“, di Valter Lupo, Gianluca Giugliarelli, Francesca Reggiani. Regia di Francesca Reggiani. (“Donne da Palcoscenico”).

Il programma completo.