Proprio come uno specchio che riflette le immagini senza distorsioni, come in una tranquilla vallata che rimanda l’eco, così uno studente di Karate deve purgare se stesso da pensieri egoistici e malvagi poiché solamente con una mente ed una coscienza chiara e limpida (vuota) egli potrà capire ciò che sta ricevendo… la forma fondamentale dell’universo è Kata (Il vuoto) e quindi il vuoto è esso stesso forma.” – Insegnamenti di Karate.

Bielsko-Biała (Polonia) – Nel mese di ottobre si è tenuta in Polonia la più prestigiosa gara di Karate a livello europeo: il Polish Open WKF. Di anno in anno il torneo è aumentato di livello e dopo il successo della scorsa edizione, l’organizzazione del Gran Premio di Bielsko-Biala è entrata nel calendario degli eventi internazionali. Dopo la decisione del Comitato Olimpico Internazionale di includere il Karate nei Giochi olimpici estivi a Tokyo nel 2020, e per i Giochi Olimpici della Gioventù estivi a Buenos Aires nel 2018, i ragazzi che partecipano a questo evento potrebbero essere futuri olimpionici che combattono nell’arena.

A Bielsko-Biała sono stati ospitati atleti provenienti da tutte le parti dell’Europa. Azerbaijan, Gran Bretagna, Bielorussia, Repubblica Ceca, Danimarca, Repubblica Dominicana, Francia, Malta, Germania, Norvegia, Russia, Slovacchia, Scozia, Svezia e Italia.

Francesca alla Coppa Italia di Karate 2017

E proprio per l’Italia, nel comparto “Children”, abbiamo una fiera rappresentante: è la giovanissima bresciana Francesca Parola, in gara con la sua squadra Fijlkam CKS, che con una forza e una determinazione elevatissime, si porta a casa un argento ed un bronzo nel singolo, nonché un bronzo nella competizione a squadre, con le sue tre compagne.

Francesca, chiamata amichevolmente Francy, 11 anni e originaria di Bassano Bresciano, si avvicina al mondo del Karate quasi per gioco, alla tenera età di 7 anni, nel 2012. Questo diventa subito un grandissimo impegno, che prevede addirittura sei allenamenti a settimana. Un sacrificio significativo per una ragazzina che frequenta le scuole medie.
Da allora il suo allenamento e la sua determinazione sono stati come un vortice in crescendo che l’hanno portata a provare il desiderio di intraprendere, da grande, gli studi motori per poter andare ad insegnare questo sport, del quale essa stessa non può proprio più farne a meno.

La sua carriera da vincitrice inizia solo un anno dopo il suo ingresso nel mondo del Karate. All’età di 8 anni, nel 2013, arriva la prima vittoria. Diventa campionessa italiana cintura gialla della categoria pulcini, facendo cinque gare a Milano e conquistando due ori, un argento e due bronzi in un solo giorno. Nel 2015 Entra nella società Fijlkam CKS, il cui presidente è Ugo Ferrari, e gli insegnanti Gianfranco Tassan, Riccardo Losi e Alan Garda, la formeranno dalla più tenera età. Si specializza nel Kata Esordiente A a livello agonistico, allenandosi tra Soresina e Quinzano.

Da questo momento è un crescendo di obiettivi raggiunti. Nel 2016 è argento alla Coppa Italia di Karate Montecatini Terme, conquista il secondo posto alla Gara a Casalmaggiore nella quale è stata premiata dalla Campionessa Europea Laura De Frenza, e arriva seconda al Campionato Nazionale di Fidenza. Nel 2017 ottiene la medaglia d’oro e viene premiata come Campionessa Regionale di Karate al Trofeo Lombardia di Pozzuolo Martesana, e come detto in precedenza, porta a casa tre medaglie dall’International Open in Polonia 2017. Ora la attende un novembre ricco di importanti appuntamenti: a partire dai Campionati Italiani a Roma, ai quali ha avuto accesso in quanto Campionessa Regionale, per continuare il 25 novembre, proprio il giorno del suo compleanno, con il Campionato Nazionale di Fidenza.

In una carriera di soli 5 anni, possiamo dire che vanta già un medagliere con i fiocchi, con grande emozione di mamma Giulia e papà Guido, che la seguono in tutte le sue gare.

Ecco l’esibizione che le è valsa l’argento al Polish Open 2017: