Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Sono passati 100 anni dalla fine del primo conflitto mondiale, la prima catastrofe umanitaria del secolo breve, che segnò profondamente i rapporti tra i vari popoli e lasciò sul campo migliaia di vittime, militari e civili.

L’Inner Wheel Club sezione di Cremona, parte del sodalizio che molto probabilmente è la più grande organizzazione femminile di service al mondo, organizza un convegno dal titolo: “La Prima Guerra Mondiale un secolo dopo”, in programma sabato 18 maggio alle ore 17 presso la sala Quadri del palazzo Comunale. Il convegno rientra negli eventi per il 25° anniversario del distretto 206 del Inner Wheel Club.

Gli interventi sono affidati a: Maria Luisa Betri, Gastone Breccia, Riccardo Groppali, Fulvio Stumpo. Gli atti del convegno verranno distribuiti al pubblico al termine dell’incontro.

La nascita del Club I.W. di Cremona nel 1993 è stata suggerita, sostenuta e guidata dall’addetta all’espansione di Brescia Teresa Franchi. Il fatto che le aderenti provenissero da tre Club Rotariani (Cremona, Cremona Po e Casalmaggiore) ha posto come primo traguardo la conoscenza reciproca e lo spirito dell’amicizia rotariana ed innerina è stato di grande aiuto.
Alla consegna della Charta il Club era composto da 22 socie che sono oggi 53. L’attività del neonato Club si è subito rivolta verso il service sociale dell’adozione a distanza in Romania di Josif e successivamente di Magdalena ed Andrei. Ha sempre partecipato all’attività del Distretto 204° e successivamente al 206°, al Rally Charlemagne svoltosi a Napoli; ha organizzato una serie di conferenze su temi diversi, curato la mostra di un giovane scultore cremonese.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.