Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia – Dopo Roma, Bari e Bologna l’associazione Susan Komen Italia onlus ha ufficialmente accettato la candidatura di Brescia come sede Lombarda della Race for the Cure 2015.

Dal 16 al 18 ottobre si svolgerà a Brescia, unica sede della Lombardia, la prima edizione della Race for the Cure, evento simbolo dell’associazione Susan Komen Italia – a Roma, ormai giunta alla 15a edizione, si è registrato un successo senza precedenti registrando più di 59°000 iscritti – una manifestazione ricca di iniziative dedicate alla salute, allo sport e al benessere che culmina, la domenica mattina, con la tradizionale ed emozionante corsa di 5 km e la passeggiata di 2 km, organizzata proprio per raccogliere fondi a sostegno della lotta al tumore al seno e per aiutare le donne che ogni giorno combattono contro questa malattia.

LocandinaRaceBR2015aLa partenza è prevista da Piazza Vittoria, dove sarà allestito il villaggio della salute, centro di informazione sui temi della prevenzione oncologica, ma anche di prestazioni mediche gratuite (mammografie, ecografie, consulenze senologiche, ecc) e di promozione di uno stile di vita sano, dalla cucina al fitness.

La Fondazione Poliambulanza è stata identificata quale sede per l’avvio del progetto, che coinvolgerà anche l’Ospedale Civile di Brescia, l’Istituto Clinico Sant’Anna, l’ASL, l’associazione ESA e la Fondazione Berlucchi, particolarmente attive sul fronte della ricerca e della prevenzione in ambito oncologico.

Il vero motore organizzativo della manifestazione e delle iniziative collegate sarà però il Comitato Organizzatore Locale, presieduto dall’avv. Nini Ferrari, presidente di ESA e espressione del movimento ‘le donne in rosa’, le vere protagoniste dell’evento.

E proprio Nini Ferrari afferma: ‘La race si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e di uno stile di vita sano, di raccogliere fondi a sostegno dei vari progetti e di esprimere solidarietà alle donne in rosa – donne che si sono confrontate con il tumore al seno e che testimoniano che da questa malattia si può guarire.

Alla race la prevenzione è un’azione concreta. Numerosi sono i medici specializzati che saranno a disposizione gratuitamente per ecografie, mammografie e esami strumentali volti alla prevenzione e numerose sono le iniziative per la diagnosi precoce e la promozione di uno stile di vita sano (presenza di showcooking di sana alimentazione con medici, nutrizionisti esperti e chef rinomati; laboratori di alimentazione; corsi di cucina e creatività per la tavola per adulti e bambini e numerose iniziative sportive in spazi dedicati) rivolte ad un pubblico vasto e differenziato. Queste mi sembrano ragioni più che sufficienti per partecipare’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *