Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Domenica 3 novembre Pescarolo celebra la ricorrenza del patrono Sant’Andrea, un nome legato all’assalto del castello da parte dei Francesi guidati da un capitano che aveva quel nome e quando vide l’immagine del Santo dipinta sulla facciata della vecchia chiesa, a quei tempi rivolta dalla parte opposta all’attuale, ordinò di sospendere l’assalto al castello con delle promesse, a chi si sarebbe arreso, che poi non mantenne.

Ormai si perdono negli anni i ricordi della fiera con le bancarelle, l’autopista e la giostra di Ginetto, la stagione è troppo avanzata e normalmente la situazione climatica non consente di avere grandi attrazioni, mentre resistono al tempo la buona cucina e la parte culturale.

Nota agli esperti e appassionati del settore la mostra di pittura che organizzata dalla Biblioteca, si teneva nel palazzo comunale al piano terra, dove attualmente ha accesso il pubblico e a quei tempi adibita a sala consigliare.

La prima a ricordare la ricorrenza sarà la Parrocchia con la Santa Messa solenne con la partecipazione del coro. Poi sarà la buona cucina per un pranzo in famiglia con parenti e amici. Il pomeriggio è poi riservato, come sempre, a visitare le varie iniziative a coronamento della giornata. Così, dopo il tradizionale pranzo in famiglia, seguendo i comunicati diffusi in questi giorni, siamo in grado di proporre una sintesi di proposte che dalla piazza ci porteranno al Museo del lino e ritorno.

Dopo una prima visita ad alcuni banchetti sulla piazza, una prima proposta viene dall’Associazione Culturale Leonardo di Robecco d’Oglio, per un “Torneo di scacchi”. Un’interessante iniziativa promossa in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e che si svolgerà dalle 14.20 presso il Centro Anziani, con premi per i primi 5 classificati. Per le iscrizioni telefonare al 334 9829073.

Lasciando agli appassionati del settore la partecipazione, la nostra seconda tappa è presso il vicino Oratorio per prendere visione delle interessanti proposte delle volontarie, attraverso l’esposizione del “mercatino di Natale” che consentirà di raccogliere fondi da reinvestire nelle iniziative dell’Oratorio, importante punto di riferimento dei nostri bambini.

Successivamente in via Ruggeri, presso la sede AVIS si potrà prendere visione del lavoro fatto con tanta passione da Marino Bocelli, una raccolta di 30 fotografie, che lo stesso ha poi elaborato al computer. Doveva essere un completamento della tradizionale pesca, “alla quale purtroppo abbiamo dovuto rinunciare per forza maggiore” precisa il responsabile Mariani, dando l’appuntamento, ai nostri appassionati frequentatori, all’anno prossimo.

La nostra proposta di passeggiata continua verso il Museo del lino, e precisamente nella “sala del rattoppo” dove l’ANCR ha preparato la 7ª mostra dal titolo “La Grande Guerra 1914/18“, con l’esposizione di 200 documenti e copertine de “La Domenica del Corriere” illustrate dal pittore Achille Beltrami. Dopo la prima mostra del 2011 sul Risorgimento, le mostre hanno sempre avuto un legame con le persone, ricordando importanti momenti della vita, quali le nascite, i matrimoni, la visita di leva, la vita militare ecc.

Dopo sei anni, il consiglio dell’Associazione s’è trovato un po’ in difficoltà a trovare l’argomento al quale collegare la mostra 2017, e così, nell’ambito delle iniziative del centenario della prima Guerra Mondiale, si è ritenuto opportuno ricordare il momento, grazie all’ampia disponibilità del “Gruppo Hobbisti” di Ostiano che, interpellato, si è reso prontamente disponibile, attraverso il proprio Presidente Serafino Moglia (nato a Pescarolo).

La mostra sarà inaugurata sabato 2 dicembre alle ore 16.00, e rimarrà aperta fino a domenica 10, nei giorni festivi ore 10-12 e 15-18 e nei giorni feriali su prenotazione. Nell’occasione i cittadini potranno anche prendere visione delle foto delle iniziative precedenti e del viaggio a Mauthausen con la posa a Gusen di una targa a ricordo del nostro concittadino Masseroni Rosolino.

Al ritorno sulla piazza sarà possibile degustare caldarroste e vin brulè, unitamente agli sportivi e ai giocatori rientrati dall’incontro di calcio con il PSG a San Giovanni in Croce. Un momento che speriamo di vivere con loro, a chiusura di una vittoria, nel ricordo delle belle soddisfazioni che abbiamo vissuto in questi ultimi anni, rientrando con la vittoria da Vescovato, dopo l’incontro con la mitica Leoncelli e che auguriamo a tutti gli sportivi di poter rivivere anche quest’anno.

CONDIVIDI
Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *