Pieve Terzagni (Cremona) – Nuova iniziativa ricreativa, con piatti tipici per i buongustai, musica per tutti i gusti, esposizione di moto e biciclette d’epoca, organizzata dalla Pro Loco di Pescarolo Ed Uniti, come previsto dal calendario AUSER.

Dopo la recente festa di San Rocco presso l’Oratorio di Pescarolo, la sagra di Pieve Terzagni, in occasione della ricorrenza del Patrono, San Giovanni Decollato (San Giuanin) al quale è intitolata la chiesa. Quindi, sempre restando nell’ambito comunale, tre sono le giornate che animeranno la piccola comunità con iniziative varie che si svolgeranno, in piazza Martiri, nei giorni 24, 25 e 26 agosto.

Così, come ormai da parecchi anni a questa parte, prima con la collaborazione di Leo titolare del bar “el Cantoon” diventato, da alcuni anni, Satorcafè e gestito da Giulia Caifa, e il negozio di alimentari Mura, i volontari dell’Associazione guidata dal Presidente Dondi Claudio hanno voluto continuare nell’impegno di programmare iniziative aventi l’obiettivo di togliere, per alcuni momenti, la piccola comunità dal silenzio quotidiano.

Nel comunicato diffuso in questi giorni dall’Associazione, oltre al programma, primeggiano proprio la torre dell’antica Pieve e alcuni simboli, sintesi della sua storia e precisamente, una croce che si trova sulla facciata della chiesa, a conferma di un legame con i Templari e l’antico mosaico con le parole “Sator, Arepo, Tenet, Opera, Rotas” del quadrato magico e l’ippogrifo alato, una delle figure rappresentate in uno dei tesori del nostro territorio e che richiama studiosi e appassionati da tutta l’Italia.

Relativamente al programma, premesso che, come negli anni scorsi, per i bambini sarà installato sulla piazza un grosso gonfiabile, il via alla tre giorni si aprirà alle ore 20.00 di venerdì 24 con l’apertura delle cucina per degustare, come piatto unico della serata, la torta fritta ad opera dell’esperto e intraprendente Mura, si proseguirà poi alle 21.00, con un concerto interpretato da Alessandro Ducoli.

Sabato 25 invece l’appuntamento, sempre in piazza Martiri, è per le ore 15.00 per la gara dei “marubin”. Una competizione che vede sempre impegnate, uomini e donne senza limiti di età, appassionati ai fornelli e amanti della buona tavola, nella realizzazione del maggior numero di agnolotti (fat cul dit), in un tempo fissato e che, una volta cotti, saranno oggetto di una valutazione sulla qualità del prodotto, da parte di un apposita giuria.

Alle 20.00 ci sarà l’apertura della cucina, piatto della serata lo spiedo e alle 21.00 a riempire la serata sarà il noto complesso musicale dei “Tempo Reale”. Domenica 26 dalle ore 9.00 sulla piazza si rinnova, con la fattiva collaborazione dell’appassionato Cantoni Carletto l’esposizione di moto e biciclette d’epoca, un appuntamento, precisa Carletto che, iniziato casualmente, raccoglie sempre ad ogni edizione nuove adesioni e conclude con l’auspicio che questo progressivo aumento di espositori si confermi anche quest’anno.

Per la parte religiosa, alle ore 11.00 è prevista la Santa Messa proprio in onore del Patrono San Giovanni Decollato. “Giuanin” dicono a Pieve Terzagni, nei ricordi della fiera di un tempo, con la piazza stracolma di gente, bancarelle e giostre è sempre stato punto di riferimento della nostra sagra. Senza risposta, dai vari cittadini intervistati, è stato il quesito relativo al perché, poi la chiesa, si sia limitata a ricordare il Patrono in forma minore e il giorno ufficiale della fiera sia diventato quello di San Carlo.

La giornata si concluderà con l’apertura della cucina alle ore 20.00 con la tradizionale grigliata estiva, mentre la parte d’intrattenimento musicale sarà interpretata dal dj set by “Satorcrew” con Thomas Bona dj.