Ospitaletto (Brescia) – Sabato 24 novembre alle ore 15.30, presso la sala polifunzionale di Ospitaletto, si terrà il convegno “La scuola con la A maiuscola“, a cura del dott. Marco Porta, psicologo ad indirizzo clinico dell’età evolutiva. L’evento è organizzato dall’associazione “Il Nuovo Nido” in collaborazione con l’associazione “Le Radici e le Ali“.

L’incontro ha come obiettivo quello di proporre delle riflessioni sulle principali difficoltà dell’inserimento scolastico di un bambino che proviene dall’adozione e suggerimenti su come evitarle o affrontarle al meglio. Si cercherà di fornire una chiave di lettura del difficile connubio tra adozione e scuola, partendo da dati oggettivi.

  • Perché i bambini adottati, più frequentemente mostrano difficoltà nell’ambito scolastico?
  • Quali elementi, concorrono ad una buona riuscita a scuola?
  • Quanto contano e quanto pesano le aspettative?
  • Come possiamo affrontare al meglio l’inserimento scolastico e le eventuali difficoltà?

Per una corretta preparazione dell’incontro è consigliato confermare la propria presenza (tramite mail o telefono). Ingresso gratuito e aperto a tutti.
Ci sarà uno spazio dedicato ai bambini con baby-sitter.

Associazione “Il nuovo nido”: Siamo un gruppo di famiglie adottive di Brescia e Bergamo che da tempo sta cercando un punto di aggregazione con altre famiglie adottive, già formate o future. Alcuni di noi hanno già abbracciato i propri figli, altri ne sentono la presenza e ne hanno una foto, altri ancora ne conoscono solo il paese di provenienza. Ciò che ci accomuna è il desiderio, unito al sentito bisogno, di confrontarci e condividere esperienze, emozioni e speranze di questo lungo e tortuoso cammino adottivo.
Abbiamo creato l’associazione “Il Nuovo Nido” con i seguenti scopi:

  • Diffondere la cultura dell’Adozione e della genitorialità;
  • Promuovere e tutelare la maternità e la paternità responsabile;
  • Supportare le famiglie che intendono adottare e le famiglie adottive;
  • Favorire l’inserimento dei bambini adottivi nel contesto socio culturale in cui vivono;
  • Promuovere e tutelare i diritti dei bambini e della famiglia;
  • Realizzare progetti di beneficenza e solidarietà sociale.