Percorsi a piedi e in bicicletta, proposte di viaggio alla scoperta di itinerari storici, culturali e spirituali, una settimana di cammini accompagnano sino al 29 novembre Fa la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, quest’anno on line. Un ricco programma di incontri per parlare di turismo sostenibile, che valorizza anche i territori più marginali, proponendo esperienze di viaggio innovative, a piedi e in bicicletta, alla scoperta di itinerari storici, culturali e spirituali.Un tour dell’Italia a passo lento dalle Alpi del Cammino Balteo in Valle d’Aosta fino alle bellezze naturali lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara in Sardegna, passando per sentieri poco battuti in Lombardia, la Via Francigena del Sud o il Cammino Francescano
della Marca.

Con la nuova emergenza covid19 sembra quasi un’utopia parlare di viaggio e di turismo, ma si sa chi pratica turismo lento ha da sempre dimostrato una grande attitudine alla resilienza e non si scoraggia, guardando avanti e sperando in una primavera covid-free.

Da segnalare:

Il cammino è donna! Storie di donne che nel cammino hanno trovato ispirazione, illuminazioni e rivoluzioni interiori. “Il Cammino è Donna”, il 26 novembre alle 18,  è il film delle Ragazze in Gamba, community della “Rete Nazionale donne in cammino”, che ha per protagoniste delle camminatrici che si raccontano e ci raccontano come si può superare una crisi esistenziale camminando, promuovere un territorio creando un nuovo cammino, celebrare la meraviglia di una periferia urbana e concepire il camminare come uno stile di vita. 
Cento giorni in cammino. Una storia folle e coraggiosa quella di Sara Zanni,  archeologa esperta di viaggi a piedi. Partita da sola, a lei si sono uniti pellegrini e viandanti provenienti da diverse zone del mondo che l’hanno accompagnata attraverso il Nord Italia, i colori della Provenza, l’Occitania di Carcassonne e Lourdes, fino ai Pirenei e a Santiago, nei luoghi del pellegrinaggio più famoso al mondo. L’autrice racconterà la sua esperienza, che a gennaio diventerà anche un libro edito da Terre di mezzo, insieme a Gianluigi Bettin, viandante e appassionato di Cammini che da dieci anni si occupa della promozione e della tutela della Via di Francesco. Appuntamento il 29 novembre alle 13.365 giorni, 22 Nazioni, 11275 chilometri, 10700 fotografie: questi i numeri di “365 VOLTE EUROPA”, l’avventura vissuta da Riccardo Carnovalini e Anna Rastello. Lui fotografo che ha fatto “dell’obiettività dell’obiettivo” il leitmotiv della sua vita, lei interessata alle scienze
umane. La mancanza di un itinerario prestabilito li ha tenuti lontano dall’Europa patinata, quella conosciuta, raccontata sui portali e le riviste, e li ha portati a scoprire periferie misteriose, interessanti da fotografare perché rivelatrici di inquadrature inusuali e capaci di restituire una dimensione più autentica delle terre e del popolo europeo. Riccardo Carnovalini racconterà di questo viaggio il 28 novembre alle 19.30 .

Infrastrutture, accessibilità, connessioni, servizi, accoglienza: la qualità si declina in diversi modi e rappresenta la condizione necessaria per ri-partire, tra paesaggi naturali e storici, città e piccoli borghi, con una mobilità dolce. Se ne parlerà durante il webinar “ L’Italia dei cammini: qualità e benessere per ripartire ” 27 novembre alle 16, su iscrizione.

Agricoltura e turismo rurale si integrano , si promuovono reciprocamente, contribuiscono alla difesa dell’identità e dell’autenticità e le propongono ai visitatori. Mercoledì 24 novembre alle 18 verranno presentati quattro progetti di sviluppo integrato che
interessano territori rurali di altrettanti Paesi: Albania, Palestina, Etiopia e Bolivia.

Il programma completo su Fa la cosa giusta.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.