Tempo di lettura: < 1 minuto

Vescovato (Cremona) – Serata certamente positiva per la compagnia teatrale “Sesto senso con la rappresentazione presso l’Oratorio di Vescovato de “La Soffitta” il risultato di un anno di lavoro del laboratorio teatrale di Drammoterapia e Danzadrammoterapia, nell’annata appena conclusa, presso l’Oratorio di Binanuova.

Uno spettacolo che ha avuto una buona partecipazione di pubblico e, tanti applausi da parte dello stesso per una bella rappresentazione che ha visto sulla scena, in qualità ottimi interpreti, Ivan Seghizzi autore anche del testo liberamente scritto, Letizia Nolli, Merope Frazzi, Giada Ottaviani, Mirella Bendazzoli, Agostino Tonarelli e regia di Marcella Bonelli e Caterina Gozzoli.

Uno spettacolo vivace, svoltosi in quel misterioso ambiente, dove si andava a giocare da bambini, arredato da ragnatele e topi girovaghi che spaventano i vari personaggi. Il tutto ruota attorno alla figura del nonno, del suo tesoro e dell’avvenente badante. Un tesoro contenuto nella valigia che il nonno tiene stretta, il contenuto della quale è poi affidato alla creatività e alla fantasia dei presenti. Quella fantasia e creatività, che Caterina Gozzoli ha proposto ai presenti, invitandoli a al laboratorio teatrale che ricomincerà nella serata di martedì 18 settembre presso il centro AUSER di piazza Garibaldi a Pescarolo ed Uniti (Cremona), mentre il giovedì sarà riservato al teatro.

Caterina ha chiuso ringraziando Don Thomas e tutti coloro che, in vari modi, hanno contribuito alla riuscita della serata, con particolare rifermento ai collaboratori tecnici e ai tecnici dei suoni, Paolo Carubelli, Giovanni e Lorenzo Miglioli.