Cremona – Se siete appassionati di curiosità intelligenti, di motociclette o magari soltanto di romantico vintage, non dovete perdervi la mostra “La Storia in Moto”, efficacemente allestita nello spazio di Santa Maria della Pietà (in piazza Giovanni XXIII), e visitabile fino al 28 ottobre, dal martedì al venerdì ore 15.00-19.00, il sabato e la domenica 10.00-12.30 e 15.00-19.00.

L’esposizione (col patrocinio del Comune di Cremona, Provincia di Cremona, Regione Lombardia e CONI) nasce dalla passione, profonda e ampiamente diffusa sul territorio cremonese, dei soci di Moto Club Torrazzo Cremona e CAVEC (Club Amatori Veicoli d’Epoca Cremona), i quali, con grande esito (la mostra merita per impatto visivo estetico ed emozionale) hanno unito le forze concretizzando un significativo racconto attraverso i 64 cimeli” conferiti da soci e collezionisti.

Si ripercorre attraverso le motociclette tutto il 900, dalle prime sottocanna (1908)
fino alla Superbike (2002), passando per “la moto di Agostini” (1971) e le Vespe
degli anni Sessanta o i sidecar civili e militari degli anni 30 e 40.

Italo Bergonzi (Cassa Padana Bcc) e Claudio Pugnoli, vicepresidente del Motoclub Torrazzo

E’ un escursus gradevole che ripercorre la preziosa evoluzione della tecnica motoristica applicata alle 2 ruote, strizzando però anche l’occhio al costume (moto da turismo e passatempo) e ai bei ricordi del passato che tanti potranno rinverdire osservando.

Siamo veramente soddisfatti del risultato espositivo che va a premiare l’impegno dei soci” – dice Claudio Pugnoli, vicepresidente del Motoclub Torrazzo – “e dell’apprezzamento dei tanti visitatori, spesso in formato famiglia. Ci da orgoglio in particolare l’intreccio con le scuole che possono prenotare le visite dedicate al mattino. Ringraziamo tutti gli sponsor, i media e le istituzioni che ci hanno sostenuto nella realizzazione”.

Allora tutti in sella! Senza memoria non c’e’ futuro: capire il recente o lontano passato
della motocicletta sia un buon viatico per le nuove generazioni di tecnici, appassionati,
meccanici, progettisti e .. inventori di domani!

L’ingresso è libero. E’ possibile con offerta libera in favore della Associazione
Giorgio Conti avere il bellissimo catalogo.